Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Riforma CdS: Cardi, solo in ambito negoziati intergovernativi

non-paper gruppo consultivo e' non-starter

“La riforma di per se’ non e’ una soluzione. L’unica soluzione e’ una riforma efficace che puo’ essere ottenuta solamente attraverso l’accordo piu’ vasto possibile, senza scadenze artificiali e nell’ambito dei negoziati intergovernativi deliberati nel 2008 dagli Stati membri delle Nazioni Unite”. Lo ha detto il Rappresentante Permanente dell’Italia all’Onu Sebastiano Cardi intervenendo, a nome del gruppo Uniting for Consensus, alla decima sessione dell’Assemblea generale su un tema che da ormai da decenni divide la membership: come adeguare alle esigenze del mondo di oggi il massimo organo di governo politico dell’Onu cristallizzato su quelle che erano le ceneri della Seconda Guera Mondiale.
Secondo Cardi, e secondo il gruppo di Paesi che condividono la posizione italiana, occorre arrivare a un accordo su una riforma che “rifletta gli interessi di una vasta maggioranza degli Stati membri e non aggiunga altri livelli di gerarchia alla comunita’ internazionale o finisca per esacerbare anziche’ riconciliare grandi differenze e divisioni”.
In novembre il presidente dell’Assemblea Generale John Ashe aveva cercato di imprimere una accelerazione al negoziato nominando un gruppo  consultivo di cinque stati: Belgio, Liechtenstein, San Marino, Sierra Leone e Papua Nuova Guinea.La scorsa settimana Ashe ha trasmesso al coordinatore del processo, l’ambasciatore afghano Zahir Tanin, un “non-paper” di sintesi delle posizioni della membership acccomagnato da una ferma lettera di dissenso del rappresentante permanente sanmarinese Daniele Bodini. Nel corso del dibattito sul “non-paper” una maggioranza di paesi (Uniting for Consensus che comprende l’Italia, molti africani, Gruppo Arabo, Russia e Cina) si e’ pronuciata contro la metodologia e i contenuti dello stesso documento. Il ragionamento, espresso anche nella lettera di Bodini a Ashe, e’ che la riforma del Consiglio deve essere l’esclusivo risultato dei negoziati intergovernativi. “L’advisory group deve avere ruolo soltanto consultivo e non essendo rappresentante di alcuna parte negoziale non ha ruolo negoziale ne’ mandato per redigere bozze o semplificare documenti negoziali”, ha scritto il rappresentante sanmarinese. Il commento su Twitter di un diplomatico: “Il non-paper e un non-starter”
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts