Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Oceani: incontro all’Onu su come salvarli

Il fragile ecosistema di Palau

“La Natura sta bussando alla nostra porta” come ha detto Christiana Figueres, segretario esecutivo della  United Nations Framework Convention on Climate Change (UNFCCC): a fronte di una accelerazione forse irreversibile dei cambiamenti climatici, l’Italia mette a disposizione le sue tecnologie per  risanare gli oceani e i mari e aiutare stati-piccole isole in prima linea a controllare gli effetti del global warming. Se ne parlerà il 4 febbraio nell’aula dell’Ecosoc durante una discussione aperta tra leader mondiali, ambasciatori, istituzioni finanziarie e società’ civile organizzata dalla Missione Permanente d’Italia all’ONU in collaborazione con il Dipartimento per l”Informazione delle Nazioni Unite (Dpi).

L’appuntamento, introdotto dal vice-segretario generale Jan Eliasson, dal Rappresentante Permanente d’Italia all’ONU Sebastiano Cardi e dal primo ambasciatore di Palau per gli Oceani e i Mari Stuart Beck, e’ un esempio di un nuovo modo di fare diplomazia in un “new world order”  in cui non solo i governi, ma una varietà di soggetti sociali, fanno network per affrontare e risolvere le sfide poste da emergenze planetarie come il cambiamento dei climi. Interverrano nell’aula dell’Ecosoc il presidente di Palau Tommy Remengesau, il ministro italiano dell’Ambiente Andrea Orlando e David Miliband, ex capo del Foreign Office britannico e presidente e amministratore delegato di International Rescue Committee,  una Ong storica fondata negli anni Trenta su richiesta di Albert Einstein per rispondere alle peggiori crisi umanitari del globo e attiva nell’assistenza ai profughi sia di guerre che di disastri naturali.

Il focus su cosa puo’ fare la tecnologia sara’ al centro degli interventi dell’astrofisico Nazzareno Mandolesi dell’Agenzia Spaziale Italiana, dell’amministratore delegato di Telespazio Luigi Pasquali e di Luca Pietranera, capo di Cosmo-SkyMed Innovation, e-Geos. Sia Telespazio che Cosmo-SkyMed fanno capo alla joint venture Finmeccanica/Thales.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

2 Trackbacks & Pingbacks

  1. Clima: Orlando all'Onu, allarme per mari | OnuItalia
  2. Con Italia e Palau, Onu al capezzale mari e oceani | OnuItalia

Comments are closed.