Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Maro’: Ban gela e in Italia scoppia polemica

Senato, stop decreto missioni

Ban Ki moon gela i passi dell’Italia sull’ONU per i maro’, e in Italia esplode la polemica: le Commissioni Esteri e Difesa del Senato hanno chiesto che il governo riferisca alle Camere, cosa che la ministro degli Esteri Emma Bonino fara’ domattina alle 10. Nel frattempo Montecitorio sospende l’esame del decreto sulle missioni all’estero “finche’ la Bonino non verra’ in Aula a dire quali iniziative intende prendere per contrastare le inaccettabili dichiarazioni del segretario dell’Onu”, ha annunciato il presidente della Commissione Esteri Pier Ferdinando Casini affiancato dal collega della Difesa Nicola Latorre.

Ieri Ban, rispondendo a domande di giornalisti al Palazzo di Vetro nel giorno in cui il Governo aveva annunciato i passi fatti presso l’Alto Commissario per i Diritti Umani Navi Pillay, aveva detto che a suo avviso era meglio affrontare e risolvere la questione maro’ “bilateralmente, senza il coinvolgimento delle Nazioni Unite”. Una posizione anticipata poche ore prima dal suo portavoce Martin Nesirsky secondo cui la questione dei fucilieri di marina trattenuti in India all’ONU viene considerata “un caso che riguarda i due Paesi”, Italia e India.

Parole che a Roma hanno fatto scalpore: per il ministro della Difesa Mario Mauro, “sul caso dei marò il Governo haimpostato due azioni chiare: una è l’internazionalizzazione del caso, quindi il braccio di ferro fosse anche con l’Onu va vinto per questo. Non si può pensare che sia una questione solo tra Italia e India, per una semplice ragione. Si tratta di due militari impegnati in una missione nazionale, ma che risponde a una esigenza di una collettività globale, che è quella di porre un argine alla pirateria e al terrorismo”. E intanto il sottosegretario agli Esteri Staffan de Mistura  rientra nella Capitale dall’India per consultazioni urgenti.

Le dichiarazioni di Ban hanno provoicatio dichiarazioni di fuoco: , secondo il vicepresidente del Senato Maurizio Gasparri (FI),  il Segretario Generale “ha offeso l’Italia” e le sue parole “confermano la costosa inutilità” delle Nazioni Unite, “preda come sempre delle posizioni terzomondiste”. Anche per  Giorgio Tonini, vice presidente del gruppo Pd del Senato, e’ giusto avere un chiarimento sulle “impegnative” parole del Segretario Generale: “Devono quindi essere lette con molta attenzione, richiedendo, da parte dell’Italia, una capacità evidentemente più forte ed adeguata di sostenere le proprie ragioni”. E tuttavia, secondo Tonini, “serve cautela: stiamo attenti e controlliamo le nostre emozioni: non vorrei che in qualche Gruppo si insinuasse la tentazione, che non ha mai portato fortuna all’Italia, del ‘molti nemici, molto onore’. In questo momento dobbiamo costruire una rete di amicizia forte attorno all’Italia e attorno alle nostre ragioni, che sono ragioni forti”.

Marò, l’Onu dice no alla mediazione. Ban Ki-moon: “Questione bilaterale”. Ma la Ashton: “Caso allarmante per tutta la Ue
di Vincenzo Nigro (la Repubblica, 12 febbraio 2014)

 

Marò, Ban Ki-moon si sfila: “Questione Italia-India”
(www.lastampa.it, 11 febbraio 2014)

 

Terrorism Charge Looms for Marines as Indian Court Adjourns Decision
(www.corriere.it , 10 febbraio 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts