Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Bonino: maro’, da Ban promessa intervento su India

“Grande rammarico e perplessità”. Cosi’ il ministro degli Esteri Emma Bonino ha commentato al Senato le parole del Segretario Generale dell’Onu Ban Ki-moon sulla vicenda dei marò, vista dal segretario generale dell’Onu come caso “bilaterale” Italia-India. Bonino, riporta l’ANSA sul suo sito online,  ha comunque sottolineato di aver ottenuto ieri da Ban la promessa d’un intervento sulle autorità indiane.

“Non si tratta di una divergenza tra due membri dell’Onu ma di una massa critica di stati che solleva un problema di principio fondamentale”, ha spiegato Bonino. Nel colloquio avuto ieri sera, il segretario generale, “mi ha assicurato comprensione e l’assicurazione di una sua successiva azione nei confronti delle autorità indiane”, ha aggiunto la responsabile della Farnesina, anche se di li’ a poco il portavoce del Palazzo di Vetro, interpellato dall’ANSA, ribadiva la tesi che India e Italia devono “sedersi attorno a un tavolo” per  “trovare una soluzione ragionevole”. Ban, ha aggiunto il portavoce Martin Nesirsky, “è preoccupato per una vicenda da tempo irrisolta che vede coinvolti due importanti Paesi, e teme che possa avere delle ripercussioni sulle operazioni di sicurezza antipirateria sullo stato di diritto”. 

Alle Camere la Bonino ha contraddetto Ban: il caso dei marò , già sollevato in gennaio presso l’Alto Commissario Onu per i Diritti Umani a Ginevra, non è una questione bilaterale fra Italia e India, ma coinvolge Ue e Nato (che si sono schierate a fianco dell’Italia) e riguarda il rispetto delle convenzioni anti-terrorismo e delle decisioni Onu sulle missioni anti-pirateria.

Per la Bonino, spiega il sito del Ministero degli Esteri, Ban ha “seguito meccanicamente la procedura Onu sulle controversie fra stati e ha parlato con “malintesa prudenza” e “altruismo irrilevante”. La richiesta del procuratore generale indiano di applicare la legge anti-terrorismo (Sua Act) nel processo ai marò “ha modificato i termini della questione”, ha commentato la Ministro. “Le convenzioni dell’Onu e le risoluzioni sulla sicurezza hanno alla base l’esigenza condivisa di lottare contro il terrorismo e devono anche eliminare abusi sulla definizione di questo”. La Corte Suprema indiana si pronuncerà il 18 febbraio sul capo di imputazione di Massimiliano Latorre e Salvatore Girone. Ma per la Bonino, processare come terroristi due militari impegnati in una missione internazionale anti-pirateria, prevista dalle convenzioni internazionali sulla sicurezza e da due decisioni dell’Onu, mette in gioco il rispetto delle norme internazionali.

“Non siamo i soli preoccupati – ha spiegato la responsabile della Farnesina ricordando che la Ue è scesa in campo per aiutare l’Italia da un uso abusivo della definizione di terrorismo, con l’intervento di Barroso e due lettere al governo indiano dell’Alto Rappresentante Ashton, mentre il segretario generale della Nato “proprio ieri ha condiviso la preoccupazione sull’influenza che la vicenda marò potrebbe avere sulle missioni internazionali”. Mercoledì a New York si è tenuta una riunione del coordinamento dei 28 paesi dell’Ue, che hanno dato piena adesione e solidarietà alla posizione dell’Italia e hanno deciso un nuovo intervento sul segretario generale.

D’altro canto, subito dopo la diffusione delle affermazioni di Ban in risposta a domanda di giornalisti, l’ambasciatore italiano all’Onu ha avuto un incontro con il segretario generale e ha messo in luce le ripercussioni negative che la decisione della magistratura indiana potrebbe avere sulle missioni internazionali. Il segretario generale ha espresso “preoccupazione” per l’eventuale applicazione del Sua Act in questa vicenda. Nella serata di ieri la Ministro ha parlato direttamente con Ban: “Ho ottenuto comprensione e assicurazione di un suo intervento sulle autorità indiane”, ha dichiarato la onino.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts