Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Unesco: Osaka, Roberta Gambarini apre International Jazz Day

OSAKA – Una regina del jazz italiana ha aperto l’International Jazz Day a Osaka. Introdotta da una leggenda come Herbie Hancock, Roberta Gambarini  ha portato Round Midnight di Thelonious Monk sul palcoscenico della capitale del jazz giapponese scelta dall’Unesco per celebrare una forma musicale  unisce i popoli e cancella divisioni e differenze sociali.

“Sono felice di essere parte di questo grande evento che celebra il jazz e la cultura”, ha detto Roberta prima del concerto trasmesso in streaming in 195 Paesi del mondo, in Antartide e sulla Stazione Spaziale. Soddisfatto il Console Generale d’Italia a Osaka Marco Lombardi: la presenza della Gambarini e’ “un’importante testimonianza della grande considerazione di cui gode il jazz italiano nel Kansai. Un segno di questa tendenza e’ anche rappresentato dal concerto di Fabrizio Bosso che, grazie all’Istituto Italiano di Cultura di Osaka, si terra’ presso il prestigioso Billboard Bar nella seconda meta’ del 2014”.

“Il jazz e’ una risposta all’oppressione che non e’ sangue o pallottole. E’ una espressione di speranza e liberta”, ha detto Hankock: “Uno strumento di diplomazia culturale che insegna a risolvere le dispute in modi non violenti”. Sul palco il gotha del jazz: oltre alla Gambarini e a Hancock con un fenomenale Wayne Shorter al piano, Kris Bowers, Dee Dee Bridgewater, Terri Lyne Carrington, Theo Croker, Sheila E., Pete Escovedo, Kenny Garrett, James Genus, Roy Hargrove, Lalah Hathaway, Terumasa Hino, Earl Klugh, Marcus Miller, T.S. Monk, Gregory Porter, Claudio Roditi, John Scofield, Esperanza Spalding, Lew Tabackin, Steve Turre.

“Il jazz incarna lo spirito dell’Unesco: unisce i popoli e costruisce pace, tolleranza e comprensione. E’ stata la colonna sonora di un positivo cambiamento sociale, dalle battaglie per il razzismo a quelle per la democrazia”, ha mandato a dire la direttrice dell’Unesco Irina Bokova. Ad accompagnare il concerto programmi educativi, jam sessions, tavole rotonde in quella che negli anni trenta divenne la “mecca del jazz” del Giappone: il primo club di jazz giapponese apri’ proprio a Osaka nel 1933. Tra i grandi protagonisti del jazz di Osaka si contano il compositore Hattori Ryōichi e il trombettiere Nanri Fumio, soprannominato il “Satchmo of Japan” da Louis Armstrong.

All’iniziativa di Osaka si sono accompagnati concerti in tutto il mondo e anche in Italia: capofila Torino con Caetano Veloso e Louis Moholo. Roberta Gambarini e’ torinese. Ha cominciato studiando clarinetto a 12 anni. Ha debuttato in locali jazz italiani a 17, e nel 1986 ha cominciato a incidere album a suo nome. Nel 1998, due settimane dopo essere arrivata negli Usa con una borsa di studio del New England Conservatory of Music a Boston, si e’ piazzata al terzo posto nella Thelonious Monk International Jazz Vocal Competition. Da Boston si e’ trasferita a New York e nel 2006 ha fatto centro con l’album “Easy to Love,” che ha attirato l’applauso della critica.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts