Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Ban dal Papa: quasi 900 preti allontanati in 10 anni

GINEVRA – Ban Ki moon va domani dal Papa mentre a Ginevra, davanti a una commissione Onu, la Santa Sede ha reso finalmente noti i numeri sui casi di pedofilia del clero: almeno un prete su 120 in scala mondiale e’ stato punito per molestie sessuali su minori nell’ultimo decenni. 848 preti ridotti allo stato laicale per aver molestato bambini e 2.572 censurati con pene minori: il risultato di oltre 3.400 denunce ricevute dal 2004, quando la dimensione dello scandalo della pedofilia, scoppiato negli Usa, era diventato globale.

Secondo stime dell’Ap ci sono circa 410 mila preti in tutto il mondo: pari allo 0,83 per cento o un prete su 120 puniti dal Vaticano in quel periodo. La cifra coinvolge solo i sacerdoti colpiti da misure del Vaticano e non da tribunali diocesani, “che significherebbe un aumento molto maggiore nel numero delle sanzioni”, commenta l’Ap.

La Santa Sede ha spiegato a Ginevra che le pene al di sotto dell’espulsione dal sacerdozio sono quelle comminate a preti anziani o malati che altrimenti sarebbero finiti sul lastrico e che comunque sono stati allontanati dal contatto con minori. Il nunzio apostolico presso la sede delle Nazioni Unite a Ginevra, Silvano Tomasi,ha testimoniato nel corso della seconda giornata di esame del rapporto della Santa Sede davanti ai dieci esperti del Comitato Onu contro la tortura.

Le denunce approdate alla Congregazione per la Dottrina della Fede erano fondate su accuse credibili di abusi sessuali commessi da membri del clero contro minorenni, ha affermato monsignor Tomasi. La maggioranza dei casi – ha precisato – si riferisce agli anni ’50, ’60, 70′ e ’80. Nello stesso periodo, il numero di membri del clero dismessi direttamente dalla Santa Sede è stato di 884. Altre misure disciplinari sono state prese nei confronti di 2.572, ha aggiunto.

Ieri monsignor Tomasi, aveva ribadito che la “Santa Sede non ha la competenza o i mezzi di avviare procedure per
crimini fuori dalla Città del Vaticano”. Tuttavia “compie ogni sforzo per condurre procedure ecclesiastiche nei confronti di membri del clero contro i quali sono state mosse accuse credibili di abusi sessuali contro minori, ma senza pregiudizio per le procedure giudiziarie nel Paese di residenza”. “I membri del clero oggetto della legge del paese dove risiedono”, ha affermato.

Le conclusioni del Comitato sull’esame del rapporto della Santa Sede sono attese il 23 maggio. Si tratta del primo
rapporto della Santa Sede davanti al Comitato Onu contro la tortura. Il Comitato esamina i rapporti di tutti i 155 Paesi aderenti alla Convenzione del 1984 contro la tortura e altri trattamenti o pene crudeli, inumani o degradanti. La Santa Sede ha aderito al Trattato nel 2002.

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts