Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Papa a Onu: “Difendere sempre la vita”

Difendere sempre la vita, dal concepimento all’ultimo respiro. Papa Francesco ha chiesto alle agenzie dell’ONUuna “mobilitazione etica mondiale” e una sfida “contro tutte le ingiustizie e contro l”economia della esclusione’, la ‘cultura dello scarto’ e quella della morte, che purtroppo potrebbero diventare una mentalità accettata passivamente”. Il Pontefice argentino ha ricevuto i vertici dell’Onu in udienza con il Segretario Generale Ban Ki moon che gli ha rivolto l’invito di “recarsi alla prima occasione possibile” a New York per esporre il suo messaggio dal podio delle Nazioni Unite.

Il Papa apprezza i risultati degli Obiettivi del Millennio ma invita i capi delle agenzie dell’ONU – a promuovere insieme “una vera mobilitazione etica globale che, al di là di ogni differenza di credo o di opinione politica, diffonda e applichi un ideale comune di fraternità e di solidarietà, specialmente verso i più poveri e gli esclusi”, ha detto Francesco.

L’udienza si e’ svolta in un clima di distensione dopo gli scontri durissimi tra Vaticano e Onu degli ultimi tempi – l’ultimo giusto pochi giorni fa a Ginevra – sui temi relativi a vita, famiglia e sullo scandalo della pedofilia. Ma la Chiesa non ha rinunciato a marcare le proprie posizioni, specie in tema di aborto e eutanasia: «La vita è sacra e inviolabile dal suo concepimento alla sua fine naturale» ha detto Papa Francesco nel suo discorso pronunciato all’udienza dei membri del Consiglio dei capi esecutivi per il coordinamento delle Nazioni Unite, guidati dal segretario generale, Ban KI-Moon.

Il tema dell’aborto – oltre che delle vicende relative agli abusi sui minori – era stato lungamente trattato dalla Commissione delle Nazioni Unite per i diritti dei minori, che a febbraio aveva mosso accuse molto pesanti al Vaticano, ultimo atto di una serie di scontri che vanno avanti da anni dentro il palazzo di Vetro. Sull’aborto in particolare era stato scritto: «La Commissione invita la Santa Sede a rivedere la propria posizione sull’aborto che mette ovviamente a rischio la vita e la salute delle ragazze incinte, e a emendare il canone 1398 sull’aborto identificando circostanze in cui l’accesso all’aborto può essere consentito”.

Oggi tuttavia Bergoglio – che nel settembre 2015 potrebbe recarsi in Usa per la giornata delle famiglie con una tappa anche al Palazzo di Vetro – ha parlato lungamente dei temi relativi alla povertà. “I futuri Obiettivi dello sviluppo sostenibile dovrebbero essere formulati con generosità e coraggio, affinché arrivino effettivamente a incidere sulle cause strutturali della povertà e della fame, a conseguire ulteriori risultati sostanziali a favore della preservazione dell’ambiente, a garantire un lavoro decente per tutti e a dare una protezione adeguata alla famiglia, elemento essenziale di qualsiasi sviluppo economico e sociale sostenibile. Si tratta, in particolare, di sfidare tutte le forme di ingiustizia, opponendosi alla “economia dell’esclusione”, alla “cultura dello scarto” e alla “cultura della morte”, che, purtroppo, potrebbero diventare una mentalità accettata passivamente».

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts