Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Immigrazione: Pinotti, intervengano Ue e Onu

ROMA – Mare Nostrum non basta. Dopo l’ultima strage nel mare tra le coste libiche e Lampedusa il ministro della Difesa Roberta Pinotti ha chiesto a Ue e Onu di agire per per far fronte all'”emergenza umanitaria” dei migranti. ”I militari italiani sono orgogliosi, non umiliati, di aver salvato migliaia di vite umane, più di 3mila minorenni. Però il loro è anche un grido di dolore, sanno di avere un Paese dietro ma allo stesso tempo sono consapevoli che non possono essere lasciati soli a lottare”, ha detto la Pinotti in una intervista all’Avvenire.

”In Libia la situazione si è fatta ancor più preoccupante, e le statistiche dicono che i due terzi di queste persone in fuga hanno titolo per essere accolti come rifugiati”, ha aggiunto la Pinotti, secondo cui ”è evidente che bisogna intervenire con l’Onu già sulle coste di partenza”.

Intanto pero’ nelle aule della Ue esplode la polemica dopo il naufragio di ieri con 17 morti – tra cui 12 donne e 2 bambine, una di pochi mesi e una con meno di due anni. “Abbiamo chiesto a Roma cosa vuole, ma non ci ha risposto”, ha dichiarato Michele Cercone, portavoce della commissaria europea Cecilia Malmstrom, ormai in scadenza come il resto della Commissione.

“Malmstrom – ha detto Cercone – a marzo ha inviato una lettera alle autorità italiane dando la disponibilità della Commissione per verificare quali altre misure concrete possano essere messe in campo”. Ma da allora “non abbiamo ricevuto indicazioni precise. Siamo qui per ascoltare le autorità italiane, per sostenerle e aiutarle, ma non possiamo sostituirci a loro. Ci devono dire cosa si attendono da noi e dalla Commissione Ue”.

“Dichiarazioni ridicole. Chiedono letterine di fronte ai morti”, ha replicato il ministro dell’Interno, Angelino Alfano parando di “una presa in giro” prima dell’arrivo di una telefonata chiarificatrice. Alfano ha peraltro ribadito le quattro richieste del Governo: “l’accoglienza umanitaria bisogna farla in Africa, l’Europa deve andare lì; il soccorso in mare deve farlo l’Europa attraverso Frontex; la sede di Frontex deve essere in Italia; la possibilità per i migranti arrivati in Italia di ricevere asilo politico in altri Stati europei”.

Su Frontex era intervenuta anche la Pinotti:  “Il nodo e’ lo spostamento della sede centrale di Frontex da Varsavia all’Italia. Sarà inevitabile, così come si dovrà andare a una rimodulazione delle risorse, che ora vedono destinati a noi solo 12 milioni, mentre Mare Nostrum costa 9 milioni al mese”, ha detto il ministro. ”Si tratta anche di ripensarne il ruolo, fin qui limitato alla sicurezza, verso un maggiore impegno sulla prevenzione e sull’accoglienza”.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts