Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Sport e razzismo: Ginevra, focus su giovani atleti africani

Sport, razzismo e integrazione; un tema attualissimo in una Europa alle prese con la pressione delle migrazioni dall’Africa. Le squadre di calcio africane non hanno ancora i mezzi di difendere i diritti previsti dalla Fifa per il trasferimento dei loro giocatori nelle trattative con le grandi squadre europee. “Nonostante gli sforzi e alcuni progressi, l’Africa resta un fornitore di materia prima, la cui valorizzazione è confiscata da altri”, ha detto Jerome Champagne, candidato alla presidenza della Fifa, nel corso di un dibattito all’ONU di Ginevra promosso dalla Rappresentanza Italiana presso le Nazioni Unite sul tema “The Right Paths to Integration and Success for Young African Athletes”.

Scopo del Convegno, organizzato in collaborazione con Foot Solidaire, una associazione no profit con sede in Francia e Svizzera che si prefigge di proteggere dai trafficanti i giovani africani che aspirano a una carriera calcistica in Europa e Asia, era per l’appunto quello di affrontare il problema del traffico ed esaminare le potenzialità dello sport, e del calcio in particolare, per favorire l’integrazione ed eliminare l’infamia del razzismo.

 Al Convegno ha inviato un messaggio il Presidente del CONI, Giovanni Malago’, ricordando l’impegno dello sport italiano e del governo: in particolare, come ha osservato il  rappresentante permanente aggiunto Amedeo Trambajolo, col recente accordo stipulato a Roma nei giorni scorsi tra CONI e  ministero del Lavoro.  Francesco Ghirelli, DG della Lega Pro, ha raccontato le positive pratiche esistenti all’interno dei club illustrando il progetto  biennale di inclusione sociale “I punti di ritrovo dei ragazzi di strada” ad Haiti con la Caritas. Ha aperto i lavori William Swing, direttore dell’Organizzazione internazionale delle migrazioni (Oim): e’ stata l’occasione per ricordare le vittime della ultima tragedia di Lampedusa.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts