Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Mare Nostrum: Mogherini, Italia fa la sua parte, non tutto da sola

NEW YORK – Mare Nostrum e’ stato tra i temi forti dell’incontro tra Ban Ki moon e Federica Mogherini: il segretario generale dell’ONU che nei giorni scorsi si era detto “seriamente preoccupato per le crisi dell’immigrazione nel Mediterraneo e altrove”, ha chiesto all’Italia che “profughi e persone che cercano asilo siano trattate con dignità”. La Mogherini ha risposto che l’Italia “fa la sua parte ma non può fare tutto da sola” e che il problema dei flussi migratori “va affrontato a livello internazionale, certo partendo dalla Ue, ma anche con il coinvolgimento dell’ONU e della sua agenzia per i rifugiati, l’UNHCR”.

La questione dei flussi migratori dalla Libia, ha detto la Mogherini in una conferenza stampa a conclusione degli incontri al Palazzo di Vetro, e’ stata affrontata nell’incontro con Ban in maniera “forte e chiara”. “Sono sicuro che se ne stia parlando”, aveva detto il portavoce dell’ONU Stephane Dujarric a colloquio in corso, “visto che il segretario generale ha toccato il tema a più riprese nei suoi contatti romani”.  E d’altra parte lo stesso Ban, secondo il “read out” delle Nazioni Unite dopo il colloquio con la Mogherini, ha ringraziato l’Italia per quel che sta facendo in Libia in collaborazione con le Nazioni Unite e chiesto di continuare a offrire sostegno allo stato africano.

Il video pubblicato da Repubblica con le immagini dei morti abbracciati il 3 ottobre all’Isola dei Conigli ha fatto “venire i brividi” al premier Matteo Renzi, alla Camera il sottosegretario Graziano Delrio ha garantito che Mare Nostrum proseguirà “considerati i risultati dal punto di vista umanitario”, ma sollecitando anche le organizzazioni internazionali a “un maggiore impegno nel controllo delle frontiere” perche’ Mare Nostrum “non è un problema di un singolo Stato, ma un fenomeno che travalica le capacità organizzative e politiche di ogni singola Nazione”.

Gia’ da giorni Ban si era detto “seriamente preoccupato” per le crisi dell’immigrazione nel Mediterraneo e altrove. “La perdita di vite umane e’ inaccettabile. Dobbiamo fermare la perdita di vite di migranti in mare e su terra, dovunque esse accadano”, aveva detto il capo dell’ONU aprendo il 14 maggio a Stoccolma il Foro Globale su Migrazioni e Sviluppo.

Secondo dati del Frontex diffusi a Bruxelles, nei primi 4 mesi del 2014 c’è stato un aumento del 823% di arrivi di migranti verso l’Italia rispetto allo stesso periodo del 2013. Da gennaio ad aprile 2014 si sono registrati 25.650 arrivi in Sicilia e 660 in Puglia e Calabria.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts