Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Onu a Vienna: si a risoluzione su contrasto traffico migranti

La Commissione Crimine delle Nazioni Unite (CCPCJ), principale organo dell’ONU in materia di prevenzione del crimine e giustizia penale, ha approvato la sua prima risoluzione sul contrasto al traffico di migranti. La risoluzione è stata promossa dall’Italia, assieme a Messico ed Australia, nel decennale dell’entrata in vigore del Protocollo delle Nazioni Unite contro il traffico di migranti via terra, via mare e via aria, unico strumento giuridico dell’ONU dedicato al contrasto a tale fenomeno criminale, firmato a Palermo nel 2000.

“Abbiamo voluto innanzitutto rafforzare  la consapevolezza della comunità internazionale su questa fattispecie criminosa, della quale i migranti sono le prime vittime, e promuovere la cooperazione internazionale per farvi fronte. La risposta è stata molto positiva, la risoluzione sarà inviata all’Ecosoc e ci aspettiamo una sua efficace attuazione da parte di UNODC”, ha commentato dopo l’approvazione il Rappresentante Permanente italiano all’ONU di Vienna Filippo Formica.

La risoluzione mira a rafforzare la cooperazione internazionale contro il traffico di migranti, nell’ambito dell’applicazione della Convenzione di Palermo sulla Criminalità Organizzata Transnazionale e del suo Protocollo addizionale. Il documento fornisce una sistematica cornice per l’azione degli Stati Membri per la prevenzione ed il contrasto al traffico di migranti ed ai reati connessi, sancendo la necessità di affrontare tale fenomeno secondo il principio della responsabilità comune e condivisa tra tutti i Paesi, di origine, transito e destinazione dei flussi migratori.

Risulta rafforzato il ruolo dell’Ufficio delle Nazioni Unite sulla Droga e il Crimine, principale entità del sistema ONU competente in materia di cooperazione internazionale contro il crimine organizzato, da tempo impegnato a rafforzare le capacità degli Stati membri in questo settore anche nel Mediterraneo. La risoluzione è stata approvata all’indomani della riconferma dell’Italia quale membro della Commissione Crimine anche per il prossimo mandato triennale (2015-2017).

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts