Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Onu a Vaticano: Convenzione Tortura vale anche “extra moenia”

GINEVRA – La Convenzione internazionale contro la tortura si applica anche al di fuori delle Mura Leonine: la Santa sede l’ha ratificata e deve applicarla anche fuori dallo Stato della Città del Vaticano e a tutti i pubblici ufficiali dello Stato e le altre persone che agiscono in veste ufficiale”. Tali obblighi – afferma il Comitato Onu sulla tortura nelle sue conclusioni dopo l’esame del primo rapporto della Santa Sede in maggio-  riguardano le azioni e le omissioni. di tali persone ovunque esercitano un controllo effettivo su persone o territori.

Si tratta in sostanza di un appello a imporre “sanzioni significative” ai vescovi che hanno fallito nello scandalo della pedofilia. Il Vaticano deve inoltre garantire che le vittime di abusi sessuali commessi da o con il consenso di funzionari dello Stato ottengano risarcimento e piena riabilitazione.  Il Comitato Onu ha d’altra parte dato atto al Vaticano, alle diocesi e agli ordini religiosi di aver messo in campo “importanti sforzi” per la prevenzione degli abusi. Il particolare e’ stato espresso “apprezzamento” per l’operato di Papa Francesco.  

In un comunicato il Vaticano ha proclamato la disponibilita’ a dare “piena attenzione alle considerazioni della Commissione” anche se il rapporto finale “da’ l’impressione errata che tutti i preti che servono in tutto il mondo sono direttamente e legalmente legati al Vaticano come stato sovrano”. Una ipotesi legale che in passato e’ stata al centro di un prolungato braccio di ferro legale negli Stati uniti conclusosi a favore della Santa Sede.

Ma in un briefing per i giornalisti il vice-presidente della Commissione Onu Felice Gaer e’ sembrato aprire la strada a una ripresa delle polemiche: “Non suggeriamo che la Santa Sede sia responsabile per le azioni di tutti i Cattolici. Ma i funzionari della santa Sede esercitano controllo su una significativa gamma di comportamenti fuori i quattro angoi della Citta’ del Vaticano”.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts