Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Rifugiati: Sami (Unhcr) a Italia, basta con emergenza

Carlotta Sami

ROMA – L’Unhcr chiede all’Italia di passare dalla fase dell’emergenza a quella della programmazione:  “Programmazione – spiega la portavoce italiana Carlotta Sami ai microfoni di Prima di tutto su Rai Radio1 alla vigilia della giornata mondiale del rifugiato – significa regolamentare i flussi per i primi due/tre giorni dopo l’arrivo, identificare le persone che arrivano e allargare questa condivisione di responsabilità agli altri Stati d’Europa”.

Secondo i dati diffusi da Eurostat sul 2013, il 70% di chi si è visto accettare la richiesta di asilo si concentra in cinque paesi Ue. Al primo posto la Svezia, che ha accolto 26.400 persone. Seguono Germania (26.100), Francia (16.200), Italia (14.500) e Regno unito (13.400). Sempre nel 2013, sono stati 4.840 i rifugiati trasferiti in un paese Ue diverso da quello di arrivo. Soltanto nei primi mesi del 2014 sono arrivate, via mare, 58mila persone. Numeri che possono essere affrontati, spiega la portavoce dell’Unhcr, con piani ben organizzati partendo, innanzitutto, dal considerare non più occasionale l’arrivo di persone, con tanto di analisi e previsione degli arrivi e pianificazione delle risorse.

Un fenomeno da prevenire, dunque, provando a creare “alternative legali” rispetto all’attraversamento dei mari. “Stiamo verificando se sia possibile, in accordo coi paesi dell’Unione Europea, consentire alle persone di richiedere asilo prima di affrontare pericolose traversate, sulla base di piani di  accoglienza predeterminati” afferma Sami. Un modo per ridurre i pericoli e per provare ad estirpare il business dei trafficanti, che lucrano sulle necessità di persone vulnerabili come vittime di violenza, donne incinte, minori, disabili, anziani. In sostanza, l’Unhcr propone di adottare testo unico sull’asilo, un appello in dieci punti per migliorare il sistema di asilo italiano.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts