Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Unesco: Da Pavese a Fenoglio, cultura e paesaggio

(Di Alessandra Baldini)

NEW YORK – “Una sera sorgeva la luna, sul ciglio della collina. Gli alberelli lontani erano neri; la luna, enorme, matura. Ci fermammo. Io dissi: – Tutti gli anni, a settembre, la luna è la stessa, eppure mai che me ne ricordi. Tu lo sapevi ch’era gialla?”. Cesare Pavese e le Langhe, da oggi patrimonio mondiale dell’umanità dell’Unesco: “L’amico guardò la luna, e ci pensava. Mi pareva davvero di non averla mai vista così, ma insieme di averne in bocca il sapore, di salutare in lei qualcosa di antico, d’infantile, tanto che dissi: – E’ una luna da vigna. Da bambino credevo che i grappoli d’uva li faccia e li maturi la luna.
Non so, – disse l’amico. – Per me è sempre la stessa. Ora il brivido mi aveva lasciato e la luna col suo sapore di vendemmia ci guardava entrambi come una creatura che conoscevo e ritrovavo”.

Letteratura e paesaggio, un paesaggio che ha una sua personalità, che possiede una viva identità e una sua dimensione esistenziale, dolci colline, le nebbie, il cielo e i fiumi, ma anche le parole di chi lo ha interpretato si incrociano nella designazione del Comitato ad hoc riunito a Doha. Le Langhe sono terre di vini, profumi e romanzi e soprattuto la cultura che questi tre elementi producono: Roberto Longhi, il grande storico dell’arte italiano, era di Alba. Di tanti scrittori che se ne sono ispirati, che ci hanno ambientato le loro storie, adesso sono lo spunto per trekking letterari come quelli proposti dall’associazione Terre Alte , che portano alla scoperta dei paesaggi e delle atmosfere descritte da Beppe Fenoglio nelle sue opere più celebri, ad esempio sulle tracce di Fulvia, camminando lungo la panoramica cresta di Altavilla e nella valle di San Rocco Seno d’Elvo, località in cui lo scrittore ha ambientato il romanzo “Una questione privata”.

Lo stesso Pavese la sapeva ben raccontare la sua Langa: “Non c’è niente di più bello di una vigna ben zappata, ben legata, con le foglie giuste e quell’odore della terra cotta dal sole d’agosto. Una vigna ben lavorata è come un fisico sano, un corpo che vive, che ha il suo respiro e il suo sudore”, come sanno bene i contadini di Langhe, Roero e Monferrato, che da generazioni plasmano le colline del Sud Piemonte per produrre vini di successo mondiale. (22 giugno 2014)

 

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts