Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Siria: armi chimiche a Gioia Tauro il 2 luglio

Le armi chimiche siriane passeranno da Gioia Tauro il 2 luglio. Avverra’ in quella data – ha detto all’ANSA il ministro degli Esteri Federica Mogherini – il trasbordo nel porto calabrese dei veleni del regime di Damasco dal cargo danese Ark Futura alla nave americana Cape Ray dove verranno distrutte.

La data del trasbordo è stata ufficializzata questa mattina a Copenaghen dopo un incontro della Mogherini con il collega danese Martin Lidegaard. Il trasferimento, e la successiva distruzione delle armi chimiche,  è “l’unica operazione positiva e riuscita che c’è stata sulla scena siriana”, ha commentato la titolare della Farnesina che è soddisfatta per il risultato portato a casa e spera in un’onda lunga che “potrebbe aprire scenari ulteriori di disarmo e di non proliferazione nella regione”.

Mogherini ha rivendicato il “ruolo dell’Italia”, ma ricordato anche che “si tratta di una grande operazione internazionale” portata avanti insieme alla Danimarca, agli Stati Uniti e ad altri Paesi. “La cooperazione con la Danimarca ha funzionato in modo eccellente, come pure quella con gli Stati Uniti e con l’Opac che ha coordinato tutta l’operazione”. Ha spiegato il capo della diplomazia italiana, che ieri ha incontrato il ministro della Difesa danese Nicolai Wammen e lo stesso segretario generale dell’Opac.

La stessa Mogherini non sara’ a Gioia Tauro il 2 luglio come aveva promesso: “Avevo assicurato che sarei stata presente sia per assistere alle operazioni di trasbordo sia per rassicurare sulla totale sicurezza dell’operazione”. Sara’ invece quel giorno a Strasburgo con il premier Matteo Renzi per presentare il semestre di presidenza italiana dell’Ue.

La Cape Ray, che dovrà distruggere le armi chimiche siriane, e’ salpata il 25 giugno da Rota, in Spagna, alla volta di Gioia Tauro. Quando il trasbordo sarà completato, aveva spiegato il portavoce del Pentagono, ammiraglio John Kirby, “la Cape Ray lascerà Gioia Tauro per le acque internazionali per cominciare la neutralizzazione degli agenti chimici mediante il ‘field deployable hydrolysis system’ a bordo”. Il Dipartimento americano della Difesa ha garantito che la distruzione avvera’ nel totale rispetto dell’ambiente: “Nessun residuo di questa operazione verrà rilasciato in mare”. (27 giugno 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts