Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Armi chimiche Siria: concluso trasbordo a Gioia Tauro

Mogherini, Italia determinante, unico sviluppo buono per Siria

GIOIA TAURO/STRASBURGO – Alla fine e’ andato tutto bene: senza incidenti e senza le annunciate proteste. Le armi chimiche siriane arrivate all’alba nelporto di Gioia Tauro sono passate dal cargo danese Ark Futura all’americana Cape Ray dove verranno neutralizzate. “Quella di Gioia Tauro è stata la scelta giusta. Lo dimostrano la tranquillità di oggi” e “la professionalità e la tecnologia avanzata per cui l’Italia è all’avanguardia”, ha commentato in una conferenza stampa alla Capitaneria di porto il ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti,”venuto a rappresentare l’orgoglio e l’attenzione del governo” a un’operazione per cui “il mondo oggi guarda all’Italia”.

L’operazione di Gioia Tauro è una delle tappe del piano Opac per il disarmo chimico del regime di Bashar al Assad, deciso dopo la strage di Ghouta con gas letali dell’agosto scorso: dopo il trasbordo la Cape Ray neutralizzerà a bordo mediante idrolisi in acque internazionali sotto lo sguardo vigile degli ispettori Opac. Da Strasburgo, dove è impegnata per il semestre europeo, anche il ministro degli Esteri Federica Mogherini ha voluto sottolineare “il contributo determinante dell’Italia” al disarmo della Siria.

“L’Italia ha reso possibile, nella massima sicurezza e nel pieno rispetto delle più rigide regole di tutela ambientale, un passaggio chiave nel processo di distruzione dell’arsenale chimico siriano”, addetto la Mogherini sottolineando l’importanza che l’operazione sia avvenuta sotto il diretto controllo di governo, parlamento e autorità locali, “in un quadro di pieno coinvolgimento di tutto lo Stato e di totale trasparenza”, ha proseguito il ministro. “Vorrei ringraziare l’Opac e i governi di Stati Uniti e Danimarca, con cui c’è stata una stretta collaborazione che ha reso possibile quello che a oggi è l’unico segnale positivo nella crisi siriana”, ha concluso la titolare della Farnesina.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts