Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Cooperazione: Link 2007 vara raccomandazioni sanitarie

ROMA – Le  Organizzazioni non Governative (ONG) italiane aderenti alla rete Link 2007  Cooperazione in Rete  (CESVI, CISP, COOPI, COSV,Medici con l’Africa CUAMM, GVC,ICU,  Intersos, LVIA) hanno formulato alcune raccomandazioni sulla protezione sanitaria del personale impiegato nei progetti di sviluppo e di emergenza. Le raccomandazioni, rivolte alle Ong aderenti e da interpretare come linee di indirizzo e standard miimi a cui attenersi, rientrano nel percorso intrapreso da anni da Link 2007 per rendere le proprie attività e le proprie strutture in linea con consolidati  standard internazionali, con le istanze provenienti dalle società civili, in Europa e nel Sud del Mondo, e i criteri richiesti dai principali donatori.

Link 2007 raccomanda di chiedere a tutto il personale in missione un certificato medico d’idoneità a lavorare in tutti i climi.    Per i paesi e le situazioni a basso rischio ambientale può essere sufficiente il certificato di idoneità rilasciato dalle Aziende Sanitarie Locali (ASL), mentre per chi deve lavorare in situazioni ad alta endemia di malattie infettive è consigliabile una valutazione  medica che permetta di escludere situazioni di immunodeficienza naturale o acquisita;

  • se il personale in partenza non è italiano, o se non transita dall’Italia prima di assumere l’incarico, è sufficiente un certificato medico rilasciato da un’ autorità sanitaria del paese di origine del cooperante, o del paese in cui si svolgerà il lavoro;
  • sottoporre a tutto il personale in partenza una lista chiara ed esaustiva delle vaccinazioni obbligatorie per il paese in cui lavorerà, nonché delle vaccinazioni consigliate ma non obbligatorie, e delle chemioprofilassi consigliate.   Nel rispetto costituzionale della libertà di cura, il cooperante può rifiutarsi di eseguire una vaccinazione; in tal caso gli sarà consegnato un documento in cui gli si ricordano i rischi cui va incontro, e in cui si riafferma l’impegno dell’ONG a proteggere con ogni mezzo la sua salute, chiarendo al contempo che in caso di danno economico apportato alla ONG a causa del rifiuto a vaccinarsi, essa si riserva il diritto di rivalersi sul cooperante stesso;
  • fornire a tutto il personale in partenza una guida sanitaria e un protocollo di prevenzione degli infortuni sul lavoro e di comportamento in caso di situazioni di rischio (guerre, atti di banditismo ecc.);
  • fornire al personale in partenza indicazioni chiare su come comportarsi in loco in caso di bisogno di assistenza sanitaria (indirizzo e telefono di strutture sanitarie in loco o di singoli professionisti convenzionati con la ONG);
  • sottoscrivere un contratto con un servizio che possa assicurare 24 ore su 24 l’evacuazione sanitaria del cooperante, ove necessario.

Infine le ONG di Link 2007 si impegnano a coordinarsi al proprio interno e con le altre organizzazioni per migliorare costantemente la qualità delle azioni di prevenzione sanitaria, tramite :

  • convenzioni collettive, a condizioni più vantaggiose, per l’evacuazione sanitaria;
  • convenzioni collettive per servizi di assistenza sanitaria in loco nei paesi in cui sono presenti più ONG;
  • aggiornamento costante delle linee guida sanitarie  e dei protocolli di sicurezza.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts