Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Italia a Ecosoc: approccio integrato a sfide su clima

NEW YORK – Il riconoscimento del valore del “capitale naturale” attraverso un uso efficiente delle risorse e’ un aspetto fondamentale tra gli “ingredienti” di una agenda di sviluppo universale, integrata, ambiziosa e trasformativa: lo ha detto il sottosegretario all’Ambiente Silvia velo intervenendo oggi ai lavori del foro politico ad alto livello sullo sviluppo sostenibile.  

“In Italia riconosciamo questi aspetti e siamo impegnati a prendere misure immediate”, ha detto la Velo nell’aula dell’Ecosoc al Palazzo di Vetro: a questo scopo il governo italiano ha proposto la creazione di un Comitato Nazionale sul Capitale Naturale” con l’obiettivo di integrare i costi ambientali nel processo di preparazione del Documento di economia e finanza (Def) e degli altri atti di governo in materia di programmazione finanziaria e di bilancio. La Velo ha detto che si sta esplorando anche, a livello nazionale, l’introduzione di strumenti fiscali per promuovere lo spostamento della tassazione dal lavoro all’esaurimento delle risorse naturali e l’inquinamento.  Due esempi di politiche integrate dell’agenda verde del governo su cui riflettere nella messa a punto dei nuovi obiettivi di sviluppo post 2015 perché’ “le sfide sui cambiamenti climatici richiedono un approccio universale ed integrato”, ha osservato nel suoi intervento la sottosegretario all’Ambiente.

 

A New York per i lavori all’Ecosoc la Velo ha incontrato anche, presso la Rappresentanza Permanente di Italia all’Onu, esponenti dei 14 Stati delle Piccole Isole del Pacifico (PSIDIS – Pacific Small Island Developing States) destinatari di un importante programma di cooperazione internazionale.  Il Programma, avviato nel 2007 e rinnovato fino al 2015, prevede un sostegno diretto per i progetti che individuano misure efficaci di adattamento ai cambiamenti climatici, azioni per valutare il fabbisogno energetico e l’accrescimento dell’elettrificazione rurale e interventi per la produzione di biocarburanti e per lo sviluppo delle fonti rinnovabili. “Si tratta –ha detto la Velo – di un accordo strategico del punto di vista geopolitico e di un sostegno economico rilevante a quelle piccole isole che per posizione geografica sono più a rischio e, di conseguenza, costrette a dover fronteggiare con meno risorse, gli effetti dei cambiamenti climatici”.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts