Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Staffan de Mistura nuovo inviato Onu per la Siria

(Alessandra Baldini)

NEW YORK – Il diplomatico italo-svedese Staffan De Mistura  e’ il successore Lakhdar Brahimi per l’incarico di inviato speciale Onu per la Siria. Lo ha annunciato il segretario generale dell’ONU Ban Ki moon dopo 24 ore di voci e consultazioni in extremis necessarie per avere, come aveva detto lo stesso Ban, “tutti i protagonisti a bordo”.

Una “missione quasi impossibile”, ha definito il suo nuovo incarico de Mistura parafrasando la “mission impossible” di cui aveva parlato uno dei suoi due predecessori nella mediazione, l’ex segretario generale dell’ONU Kofi Annan. A differenza di Brahimi, l’ultimo inviato che ha lasciato il 31 maggio dopo due anni di frustrazioni, l’italo-svedese avra’ il solo ruolo di inviato dell’ONU – e non dell’ONU e della Lega Araba – e avra’ un vice, il diplomatico egiziano Ramzy Ezzeldin Ramzy, indicato dalla Lega Araba: il “doppio cappello” era stato uno dei problemi che Brahimi aveva indicato per il mancato successo della sua missione.

Da settimane il Segretariato delle Nazioni Unite e gli uffici dei cinque Paesi membri permanente del Consiglio di sicurezza erano al lavoro per individuare il nuovo mediatore. 67 anni, nato a Stoccolma da padre dalmata-italiano di Sebenico nell’odierna Croazia e madre svedese, cittadino italiano per decisione del Consiglio dei Ministri dal 1999, secondo fonti diplomatiche al Palazzo di Vetro, de Mistura ha battuto gli altri candidati, l’attuale ministro della difesa brasiliano Celso Amorim e l’olandese Sigrid Kaag, capo dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (Opac). Le prime congratulazioni, ancor prima della nomina ufficiale, erano arrivate su Twitter dal ministro degli Esteri svedese Carl Bildt (“Faremo tutto quello che e’ nelle nostre capacita’ per sostenere la sua missione”) seguito dall’Ambasciata degli Stati Uniti a Roma. “Una buona soluzione”, ha commentato l’ambasciatore russo Vitaly Churkin, mentre per la collega americana Samantha Power, de Mistura ha “l’esperienza giusta per un lavoro difficile e essenziale”.

Di de Mistura come inviato speciale per la Siria si era parlato già nel 2012, all’epoca delle dimissioni di Annan. Lo svedese-italiano, sottosegretario agli esteri del governo Monti  e incaricato fino a pochi mesi fa del caso dei due Maro’ detenuti in India, e’ un veterano dell’ONU per cui ha lavorato per oltre 40 anni in diversi contesti di guerra e di crisi: in Iraq all’epoca delle misurazioni dei Palazzi di Saddam Hussein e poi come Rappresentante Speciale Onu nel 2007-2009, con lo stesso ruolo dal 2009 al 2011 in Afghanistan, ma anche nella memorabile Operation Lifeline Sudan a cui diede impulso contro la carestia nella nazione africana a fine anni Ottanta o ancora in Kosovo come consigliere dell’Alto commissariato Onu per i rifugiati e amministratore regionale Onu di Mitrovica dopo i raid del 1999.

de Mistura e’ atualmente Presidente del nuovo Istituto Europeo per la Pace di Bruxelles che mette a servizio degli Stati membri le proprie competenze in “mediazione e dialogo informale” per la risoluzione dei conflitti. E’ anche direttore di Villa San Michele a Capri della Fondazione del medico svedese Axel Munthe.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts