Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Malattie non trasmissibili: Italia punta su dieta mediterranea

(Alessandra Baldini)

NEW YORK –   Contro le malattie non trasmissibili come il cancro, il diabete e le malattie cardio-vascolari l’Italia punta sulla dieta mediterranea. Il nostro Paese “promuove con convinzione” la sua formula di alimentazione tradizionale per gli effetti positivi che ha sulla salute, ha detto Sabrina de Camillis, consulente per il ministro deglla salute Beatrice Lorenzin rappresentando la posizione italiana al forum ad alto livello dell’Assemblea Generale sulle cosiddette NCD, le Non Transmissible Disesease nell’acronimo Onu.

Convinta del ruolo cruciale di questo tipo di dieta, l’Italia incoraggia i produttori a mantenere l’eccellente qualita’ dei suoi prodotti sottolineando l’importanza di “un dialogo costante e costruttivo con l’industria alimentare” grazie al quale si sono ottenuti risultati positivi per l’eliminazione di acidi grassi-trans e la riduzione del sale in certi alimenti.

Secondo l’Italia tuttavia, per quel che riguarda la riduzione di alimenti particolari (ad esempio zuccheri e grassi) l’identificazione di sole cifre numeriche non puo’ essere condivisa. “I demoni da combattere non sono gli ingredienti individuali, osserva la De Camillis, ma le cattive abitudini”: e’ necessario cioe’ educare a giuste quantita’ e varieta’ di porzioni ed “evitare sistemi di valutazione degli alimenti basali su profili nutrizionali o peggio ancora su rappresentazioni grafiche che “in maniera ingiustificata”, mettono l’accento sulla composizione del prodotto individuale indipendentemente dalle modalita’ o dalla frequenza del consumo.

L’emergenza e’ planetaria. Le malattie non contagiose sono il killer numero uno del mondo e hanno soppiantato le epidemie come causa di morte. Le Ncd sono state responsabili di 36 milioni di morti (il 63 per cento del totale) nel 2008, ma i decessi saliranno 44 milioni all’anno entro il 2020, ha indicato il presidente dell’Assemblea Generale John Ashe aprendo i lavori.
“In molti paesi misure semplici e a costi contenuti hanno funzionato bene”, ha detto la direttrice dell’OMS Margaret Chan collegando la diffusione delle NCD al progresso socioeconomico e le difficoltà’ per contrastarle all’assenza di mezzi nei paesi in sviluppo: “Le pratiche dell’industria, e in particolare il marketing di cibi e bevande poco sane per i bambini, hanno giocato un ruolo, purtroppo il cibo spazzatura resta anche quello a più’ buon mercato”. (10 luglio 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts