Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Cooperazione: riforma, al via seconda lettura alla Camera

“Alla Camera dei Deputati e’ iniziata in seconda lettura, in Aula, la discussione generale sulla riforma della cooperazione allo sviluppo. Dopo 27 anni, manteniamo una promessa”. Lo ha detto su Facebook il viceministro Lapo Pistelli.  

Tante le novità’ della riforma che deve comunque tornare al Senato, dopo Montecitorio, per il via libera definitivo. Tra  queste la nuova definizione di “Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale” (Maeci) che rende la cooperazione componente prioritaria e qualificante della politica estera italiana; la chiara  indicazione della responsabilità politica, con la nomina di un Viceministro a cui sono delegate tutte le competenze in materia di cooperazione allo sviluppo e a cui fanno riferimento una DGCS, Direzione generale per la cooperazione allo sviluppo, che svolgerà il lavoro politico-diplomatico generale e per aree di intervento, e un’Agenzia con ampia autonomia organizzativa, gestionale e di bilancio, per l’attuazione delle politiche di cooperazione e per assicurare unitarietà, efficienza, trasparenza ed efficacia alle iniziative.

Le decisioni più rilevanti sono adottate dal Comitato Congiunto composto dalle tre figure del Viceministro, del Direttore generale per la cooperazione e del Direttore dell’Agenzia. E’ previsto inoltre che la Cassa depositi e prestiti possa assolvere ai compiti di istituzione finanziaria per la cooperazione internazionale allo sviluppo, con la quale l’Agenzia può stipulare convenzioni per “la gestione dei profili finanziari delle iniziative di cooperazione” e per “la strutturazione di prodotti di finanza per lo sviluppo nell’ambito di accordi con organizzazioni finanziarie europee o internazionali o della partecipazione a programmi dell’Unione europea”; uno strumento che, come già avviene in altri paesi europei, può aggiungere disponibilità di risorse per lo sviluppo; è infine sancito “un percorso definito di graduale adeguamento degli stanziamenti annuali, tale da porre l’Italia in linea con gli impegni assunti a livello europeo e internazionale.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Cooperazione: Sergi (Intersos), in arrivo una riforma vera | OnuItalia

Comments are closed.