Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Gaza: Pd propone forza interposizione Onu

ROMA – Una forza di interposizione Onu a Gaza. A nome del Pd, Giorgio Tonini e Enzo Amendola, capigruppo nelle commissioni Esteri di Senato e Camera, commentano sulle pagine del Messaggero la situazione in Medio Oriente e avanzano una proposta: “Con angoscia e speranza, ci domandiamo, e domandiamo al nostro governo, se non si possano creare le condizioni per una iniziativa italiana, europea, internazionale, che affronti la crisi di Gaza, anche sulla base della positiva esperienza di quella israelo-libanese, pur nella realistica considerazione delle evidenti diversità tra le due situazioni. Solo attraverso un forte presidio della comunità internazionale e delle Nazioni Unite a Gaza sembra infatti possibile corrispondere a tutte e due le condizioni, entrambe vitali, che le parti in conflitto pongono per accettare la tregua: consentire la prosecuzione, il completamento e il mantenimento del disarmo della striscia, senza costringere Israele ad una nuova, lunga fase di occupazione; rendere praticabili le richieste palestinesi di riapertura dei valichi di frontiera”.

I due parlamentari ricordano che nelle conclusioni del vertice europeo di giugno, l’Unione Europea si è dichiarata pronta a contribuire ad una soluzione della crisi di Gaza che faccia incontrare le richieste di israeliani e palestinesi, anche riattivando la missione europea EUBAM a presidio del valico di Rafah. “È un appiglio, un punto d’appoggio – concludono i parlamentari del Pd – sul quale fare leva, per provare a smuovere qualcosa. Prima che sia troppo tardi,” sostengono Tonini e Amendola ricordando l’iniziativa portata all’Onu otto anni fa dal governo Prodi e che, “con un’Europa mai cosi’ unita e gli Stati Uniti alle spalle”, ottenne  il consenso delle parti e approdo’ in Consiglio di Sicurezza: “Per la prima volta nella storia delle Nazioni Unite una risoluzione del Palazzo di Vetro pose fine a una guerra. Al confine tra Israele e Libano fu dispiegata una robusta forza di interposizione a salvaguardia della sicurezza di Israele e a supporto dell’esercito libanese che riprese il controllo del territorio riconducendo le milizie di Hezbollah a limiti accettabili”. (26 luglio 2014)
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts