Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Pinotti: Italia pronta, “salvare pace in Libia come in Libano”

Lampedusa, centro di accoglienza

ROMA –  ”In Libano l’Italia ha salvato la pace”, e adesso, se le condizioni geopolitiche lo permetteranno, è pronta a fare altrettanto in Libia, nell’ambito di una cornice internazionale”. Lo afferma, in una intervista al quotidiano Avvenire, il ministro della Difesa Roberta Pinotti. ”Ora tocca all’Onu e all’Europa – ha detto la Pinotti – mantenere l’impegno di supportare l’immane opera umanitaria che il nostro Paese svolge nel Mediterraneo”.

In Libano non si è riusciti a tracciare per intero la linea di confine, né a siglare una pace vera, ma in un Paese lambito da due grandi focolai, Siria e Israele, ”è un gran risultato che ragazzi di 8 anni possano andare a scuola oggi senza aver conosciuto il rombo delle armi”, ha detto la Pinotti riferendosi al ruolo svolto da Unifil nel Libano meridionale dopo la crisi del 2006.

L’Italia è pronta a potenziare le attività di assistenza, supporto e formazione delle forze armate della Libia sul suolo libico, ”anche perché è da lì che arriva circa il 97% dei migranti che poi finiscono in mano a sfruttatori e approdano sulle nostre coste quando non accadono tragedie, purtroppo frequenti”, ha osservato la Pinotti, che tuttavia indica due paletti perché parta questa attività di affiancamento in Libia: ”Una stabilizzazione politica” del Paese nordafricano e ”un’assunzione di responsabilità da parte della comunità internazionale. A livello Onu, Ue o Nato”.

E anche Matteo Renzi, sempre con Avvenire, spinge per un approccio internazionale all’emergenza immigrazione: ”Finché Mare Nostrum avrà un budget superiore a quello intero di Frontex – ha detto il premier – questo segna una sconfitta per l’Europa, non per l’Italia. La situazione in Libia nelle ultime settimane è peggiorata. Reputo urgente un intervento della comunità internazionale, a partire dall’Onu, e su questo nei prossimi giorni continuerà una pressione da parte mia”.  (27 luglio 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts