Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Sì del Senato: la riforma della Cooperazione è legge

ROMA- “La riforma della cooperazione è legge. Approvata in via definitiva al Senato”. Con questo tweet, prima ancora che le agenzie battano la notizia, il vice ministro degli esteri Lapo Pistelli annuncia il primo agosto la grande svolta per la politica internazionale dell’Italia.

Lapo Pistelli

Lapo Pistelli

“Finalmente una legge all’altezza di un paese moderno”, gli fa eco un altro tweet di Graziano Delrio, sottosegretario alla presidenza del consiglio e braccio destro di Matteo Renzi.

La vecchia legge risaliva al 1987, quando ancora non era caduto il Muro di Berlino. Approvato a metà luglio dalla Camera con solo due voti contrari, il nuovo provvedimento aspettava un nuovo passaggio al Senato. Si temeva che il via libera potesse essere ritardato dalle difficili discussioni a Palazzo Madama sulle riforme costituzionali. Così non è stato, anche per merito della pressione del governo e dello stesso Pistelli. I 34 articoli che ridisegnano e rilanciano il mondo della cooperazione saranno presto pubblicati sulla Gazzetta ufficiale, e cominceranno i sei mesi necessari per l’adozione dei regolamenti applicativi. Anche la Farnesina cambierà nome, presto si chiamerà Ministero degli affari esteri e della cooperazione internazionale.

Soddisfatto Pier Ferdinando Casini, presidente della Commissione Esteri del Senato: “Sono molto lieto che oggi sia stato approvato il ddl sulla cooperazione internazionale che equipara l’Italia a tanti Paesi occidentali e che risponde alle attese decennali degli operatori del settore. Una pagina di buona politica e di efficienza, considerato che in circa tre mesi si è completato l’iter legislativo”.

Per il sottosegretario agli Esteri Mario Giro la riforma rappresenta “il volto dell’Italia solidale e innovativa”. Un’Italia che  vuole essere presente e contare nel mondo”. Secondo Lia Quartapelle, deputato del Pd e relatrice della legge alla Camera, “con la riforma della cooperazione l’Italia torna protagonista della solidarietà internazionale”.  La Quartapelle aveva sottolineato nei giorni scorsi il senso della nuova legge che “innova il senso di fare cooperazione, che diventa parte integrante e qualificante della politica estera dell’Italia, come precisa lo stesso articolo 1 del testo” in cui si fa riferimento due volte ai principi e ai programmi delle Nazioni Unite.

La riforma crea una posizione di vice-ministro delegato alla cooperazione che parteciperà al consiglio dei ministri, pur senza diritto di voto. Sarà istituita una agenzia per la cooperazione con compiti operativi. E’ previsto un ruolo preciso della Cassa depositi e prestiti, la grande cassaforte del risparmio italiano. Per i finanziamenti maggiormente onerosi, oltre ai due milioni di euro, l’Agenzia lavorerà assieme al ministeri degli Esteri in un apposito comitato congiunto.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts