Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Gaza: Boldrini incontra Ong e Unrwa Italia a Montecitorio

ROMA – Laura Boldrini incontra le Ong italiane e Unrwa Italia a Montecitorio. “Grazie per il loro impegno a Gaza”, scrive la Presidente della Camera du Twitter, e poi racconta su Facebook:

“I media parlano soprattutto di morti. Ma l’altra grande tragedia della guerra a Gaza, di cui non si percepisce ancora l’entità, è quella dei feriti. Persone che non potendo essere operate d’urgenza per mancanza di risorse sviluppano disabilità che si porteranno dietro tutta la vita e che avranno un impatto devastante a lungo termine su una comunità già sconvolta dalla guerra e un embargo che dura dal giugno 2007”. Lo dice Mario Meinero, medico dell’Associazione Italiana per la Solidarietà tra i Popoli, che conosce bene la situazione sul campo per avere lavorato nei Territori palestinesi per tanti anni.

L’ho incontrato questa mattina a Montecitorio insieme ai rappresentanti di altre 13 Ong italiane operanti a Gaza e nei Territori palestinesi ed a quelli dell’UNRWA, l’agenzia ONU per i rifugiati palestinesi. Volevo ascoltare e dare voce a quella parte della cooperazione e dell’aiuto umanitario italiano impegnata in prima persona nella crisi di Gaza, di cui si sente poco parlare nonostante sia quella meglio informata dei fatti e che dovrebbe essere anche motivo di orgoglio per il nostro paese.

Li capisco quando mi dicono che sono addolorati e sconfortati a vedere che tutto l’impegno messo a costruire scuole, a curare bambini, ad aiutare i contadini per aumentare la produzione di cibo in una terra chiusa via terra, mare e aria sia stato spazzato via in poche settimane. “Interveniamo sempre sugli effetti, come a mettere dei piccoli cerotti, ma nessuno si spende abbastanza per incidere sulle cause alla base del conflitto, e così, inesorabilmente, le tragedie si ripetono e oggi di nuovo rimangono solo le macerie”, spiega Roberto Cerrina dell’Ong Overseas.

L’operato delle organizzazioni non governative era già fondamentale prima dell’attuale conflitto, come ho potuto constatare nel corso della mia visita ufficiale a Gaza ed in Cisgiordania nel gennaio scorso. Ora, in un territorio segnato dalla distruzione e lacerato dal trauma, sarà ancora più difficile lavorare per la ricostruzione, fisica e psicologica. La mia speranza è che la tragedia in atto in queste settimane possa almeno servire a spronare la comunità internazionale ad agire con forza per spezzare in maniera definitiva la spirale di violenza tra israeliani e palestinesi”.

Intanto dall’Unrwa arrivano le prime stime: servono 187 milioni di dollari per un primo intervento nei confronti della popolazione a Gaza. Lo confermano fonti dell’agenzia a Gerusalemme secondo le quali tuttavia giovedi’ prossimo sara’ avanzato un nuovo appello ai paesi donatori per ulteriori interventi.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts