Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libia: Ban sceglie uno spagnolo per guida Unsmil

NEW YORK – Uno spagnolo inviato speciale Onu per la Libia: su altri candidati il segretario generale Ban Ki moon ha puntato sull’ex segretario della presidenza del Consiglio del governo Zapatero Bernardino Leon e la nomina alla guida dell’Unsmil al posto del libanese Tarek Mitri, anticipata da El Pais, dovrebbe essere ufficializzata in settimana dopo il “placet’ del Consiglio di Sicurezza.

Leon, un progressista che nelle gerarchie Onu avra’ rango di sottosegretario generale, e’ stato negli ultimi tre anni inviato speciale Ue per la primavera araba. La scelta del suo nome ha provocato qualche disappunto in Italia dove ad esempio l’ex ministro degli Esteri Franco Frattini ha reagito su Twitter: “Sul caos in l’ONU mette da parte l’Italia e nomina uno spagnolo come inviato speciale “.

“La Libia ah bisogno dell’aiuto internazionale per uscire dalla crisi”, ha detto Leon in una tempestiva intervista a Deutsche Welle. “I libici – ha detto Leon al quotidiano tedesco – non sembrano essere in grado di risolvere questa crisi da soli e avranno bisogno del sostegno della comunità internazionale. Ci sono diversi problemi che sono molto gravi. Uno è la mancanza di controllo delle frontiere. La Libia è un paese enorme e anche se la macchina statale lavorasse a pieno ritmo, sarebbe comunque una sfida riuscire controllare 4.000 chilometri di frontiera in zone desertiche remote. Questo è il motivo per cui stiamo avendo problemi di migrazione”.

Secondo Leon, “un secondo problema è il terrorismo. La mancanza di controllo ha permesso a membri di al Qaeda e di altre organizzazioni affiliate ad al Qaeda di entrare nel Paese. Oggi abbiamo qualche centinaio, se non qualche migliaio, membri di al Qaeda in Libia e questo è qualcosa che dobbiamo risolvere. Non vi sono solo gli scontri tra le milizie Misurata e Zintan intorno all’aeroporto di Tripoli, c’è anche un conflitto a est tra un ex generale del regime di Gheddafi, il generale Khalifa Hafter, e gruppi jihadisti. Tutto questo deve essere affrontato se vogliamo superare la crisi attuale”.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts