Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Armi ai curdi: Bonino alla Stampa, “timori effetto domino”

TORINO – “Ora le armi, e domani? Il Medioriente rischia l’effetto domino”: Emma Bonino e’ scettica sulle forniture di armi ai curdi decise da alcuni parlamenti europei tra cui quello italiano e lo confida alla Stampa. “Rafforzare i curdi non basta”, dice l’ex titolare della Farnesina che rilancia dalle colonne del quotidiano torinese la sua proposta per un commissario europeo per il Mediterraneo.

Emma Bonino, era inevitabile armare i peshmerga curdi? «Mi preoccupa di più che tutto il dibattito pubblico sia fossilizzato su armi sì, armi no. Probabilmente non c’era alternativa, quando c’è un incendio… Il punto è che quando la casa brucia bisogna intervenire, ma stando attenti alle case vicine. Chiedendosi perché scoppiano così tanti incendi, se sono legati l’uno all’altro, o se non siano invece epifenomeni di un tragico, complesso, contraddittorio filo conduttore”, risponde la Bonino.
“Armiamo i peshmerga, fermiamo l’Isis, ma crediamo davvero che dopo sarà possibile un Iraq unitario, tollerante? Sicuri che non ci sarà un effetto-domino?”, insiste l’ex ministro degli Esteri secondo cui “è arrivato il momento della politica, perché finché ci rifiutiamo di leggere quello che sta accadendo nel mondo a Sud saremo sempre presi in contropiede”.
“Qualcuno – si domanda Bonino- sta parlando con i turchi?”. E riflette sulla Ue: “Davanti a tutto questo l’Europa come al solito va in ordine sparso. Anche per gli aiuti. Qualche domanda scomoda è bene che cominciamo a farcela. Per esempio, abbiamo deciso che Nazioni Unite e Consiglio di sicurezza sono temporaneamente sciolti? E il silenzio sostanziale del mondo musulmano e arabo
in particolare?. Ci dicono niente queste strane, nuove e forse temporanee alleanze che nascono, come quella tra Israele, Egitto
ed Arabia Saudita?”.
In Europa, insiste Bonino, “dobbiamo gettare le basi per una diversa politica mediterranea, servono strumenti più adeguati
per una politica almeno a medio termine”. Nella Ue “alla fine si renderanno conto che un commissario al Mediterraneo è vitale.
Sennò, resta tutto come sempre. Resta che l’Europa è una cornice, e manca il quadro”. (22 agosto 2014)
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts