Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Spose bambine: Mogherini, violazione diritti umani

NEW YORK – “I matrimoni precoci e forzati rappresentano una grave forma di abuso sui minori ed una violazione di un diritto umano fondamentale, quello della libertà di scelta del proprio sposo”: a New York per i lavori dell’Assemblea Geneale cosi’ il ministro degli esteri, Federica Mogherini, ha aperto al Palazzo di Vetro un incontro a a livello ministeriale su ‘Child, early and forced marriage’, organizzato dall’Italia con Canada, Zambia, Yemen e l’Agenzia Onu sulla popolazione UNFPA per promuovere maggiore consapevolezza su un fenomeno che ha un impatto drammatico sulla popolazione femminile e sulle prospettive di sviluppo socio-economico.

poster di Giorgia Butera e Alessandra Lucca

poster di Giorgia Butera e Alessandra Lucca

L’evento punta a riaffermare il tema dei matrimoni precoci e forzati come una delle priorita’ dell’Onu in materia di diritti umani, in vista dell’adozione da parte dell’Assemblea Generale della prima risoluzione per la messa al bando della pratica. I matrimoni forzati anteriori al compimento del diciottesimo anno di età riguardano, secondo i dati Unicef del 2012, il 41% delle donne di età compresa tra i 20 e i 49 anni, con una maggiore incidenza del fenomeno in Africa orientale e sud-est asiatico. “Un terzo di tutte le teenager del mondo sono obbligate a sposarsi contro la loro volonta’, oltre 38 mila ragazze ogni giorno, e ai livelli attuali si stima che entro il 2030 ci saranno 220 milioni di bambine-spose”, ha detto  la titolare della Farnesina parlando di “una violazione dei diritti umani contro cui la comunità; internazionale dovrebbe alzare la voce”.

L’Italia “ancora una volta” si trova al fianco di UNFPA con iniziative concrete: negli ultimi cinque anni – ha ricordato Mogherini – il ministero degli Esteri italiano ha lanciato programmi ad hoc, come il progetto pilota attuato in Senegal, che punta a creare una importante sinergia tra istituzioni e societa’ civile per promuovere la parita’ di genere.  (22 settembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts