Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Paolo Gentiloni il nuovo ministro degli Esteri

Il ministro degli Esteri Gentiloni

ROMA – Paolo Gentiloni e’ il nuovo ministro degli Esteri del governo Renzi: prende il posto di Federica Mogherini che ha rassegnato le dimissioni per insediarsi ufficialmente a Bruxelles il 3 novembre  come Alto Rappresentante Ue per la politica e la sicurezza al posto di Lady Kathy Ashton.

Romano, 60 anni il 22 novembre, Gentiloni nasce nel movimento ambientalista ed e’ stato il portavoce di Francesco Rutelli negli anni in cui il preisdente di La Margherita era sindaco di Roma. Con Rutelli sindaco e’ stato asseessore al Giubileo e al Turismo, poi, con il secondo governo Prodi, e’ stato ministro delle Comunicazioni. E’ membro della Commissione Esteri della Camera e Presidente della sezione Italia-Stati Uniti dell’Unione Interparlamentare.

Nel 2007 è stato uno dei 45 membri del Comitato Promotore nazionale del Partito Democratico. La decisione di affidare a lui la guida della Farnesina e’ maturata nelle ultimissime ore, riportano fonti vicine al nuovo ministro, dopo l’incontro al Quirinale con Giorgio Napolitano. Il capo dello stato, di fronte alla rosa di nomi proposta, avrebbe chiesto, per trovare il miglior candidato possibile, di mettere la mole di dossier di politica estera davanti a caratteristiche di genere e curriculum.

Renzi, a quanto si apprende da fonti parlamentari, avrebbe avanzato al Quirinale una lista possibile di nomi femminili tra cui l’ex sottosegretario Marta Dassu’, e poi Lia Quartapelle, deputata alla prima legislatura di 32 anni con un’esperienza di ricercatrice all’Ispi e poi la vicepresidente della Camera Marina Sereni, classe 1960, democratica ex Pci e Ds, e l’ambasciatrice Elisabetta Belloni,  cinquantasei anni, direttore risorse e innovazione della Farnesina, già direttore dell’unità di crisi del Mae, il cui nome era già circolato per l’incarico di direttore dell’Aise, il servizio segreto per l’estero. Per il premier sarebbe stato determinante mantenere un numero uguale di uomini e donne nell’esecutivo, motivo per cui avrebbe scartato possibili candidati maschili, tra i quali, in pole, il viceministro degli Esteri ex Margherita Lapo Pistelli, anche se una delle opzioni valutate sarebbe stata quella di affiancare a Pistelli la giovane Quartapelle come sottosegretario alla cooperazione (la parlamentare era stata relatrice del ddl di riforma della cooperazione alla Camera). (31 ottobre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts