Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Finanza sociale: all’Onu riflettori con Letizia Moratti

NEW YORK – Riflettori sulla finanza sociale all’Onu. Per il rappresentante permanente italiano Sebastiano Cardi e’ un’area di rapida crescita del sistema finanziario con il potenziale di sostenere gli obiettivi dell’agenda l’agenda di sviluppo post 2015. Per Letizia Moratti, ex sindaco di Milano e “ambasciatrice” Comunita’ di San Patrignano nel mondo, può diventare uno strumento per fornire assistenza dove gli Stati non arrivano.

“I modelli economici attuali non sono in grado di sostenere le sfide poste dagli eventi degli ultimi anni”, ha spiegatola Moratti presentando il suo piano per la finanza sociale a sostegno di Paesi industrializzati e in via di sviluppo. La discussione si e’ svolta presso al Seconda Commissione dell’Assemblea Generale di cui Cardi e’ presidente: “L’auspicio – ha affermato – e’ che il seminario fornisca contributi utili alla discussione di questi punti da parte degli Stati membri dell’Onu”

Il senso della finanza sociale – ha spiegato la Moratti – e’ di superare la miopia e i danni della ‘dittatura del breve termine’ propria della finanza speculativa. Nei Paesi industrializzati – ha detto la cofondatrice di San Patrignano – c’e’ un gap che si misura in miliardi di euro tra la domanda di servizi di welfare e la capacita’ degli Stati di offrire tali servizi mentre nel mondo in via di sviluppo il tema riguarda soprattuto la possibilita’ di creare maggiore ricchezza e occupazione.

La risposta possono essere i social impact bonds (Sibs), che nei Paesi occidentali servono a finanziare associazioni non profit che forniscono servizi, e i development impact bonds (Dibs), che invece sono uno strumento impiegato all’interno dei Paesi in via di sviluppo. All’Onu la Moratti ha puntato su questi ultimi: con l’esempio dell’Uganda dove sono impiegati in Uganda per combattere la malattia del sonno o in Swaziland contro l’Hiv. (4 novembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts