Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Cooperazione: da Italia nuovi aiuti per 54 milioni euro

ROMA – Luce verde alla concessione di un credito d’aiuto di 35 milioni al Mozambico per il sostegno al settore della formazione tecnica e professionale che promuoverà, fra l’altro, l’occupazione e l’integrazione sociale per circa 27 mila persone. Tra le iniziative rivolte all’Africa figurano anche un progetto da 4,14 milioni di euro per lo sviluppo dei sistemi sanitari nelle regioni dell’Oromia e Tigray in Etiopia ed un contributo di 1 milione di euro al Comitato internazionale della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa per il sostegno ai servizi sanitari nella Somalia centro-meridionale. Dalla Cooperazione italiana nuovi aiuti a iniziative per circa 54 milioni di euro sono stati stanziati nel corso della riunione del Comitato Direzionale della Cooperazione allo Sviluppo, presieduto dal Vice Ministro Lapo Pistelli.

L’impegno della Cooperazione italiana a tutela dei diritti delle bambine e delle donne è confermato da un contributo di 750 mila euro all’Unfpa per l’azione di contrasto ai matrimoni precoci in tre Paesi prioritari (Burkina Faso, Etiopia e Mozambico) e dalla partecipazione al programma dello stesso organismo per la risposta alla violenza di genere in Myanmar, in particolare nelle aree interessate da tensioni. È stato inoltre deliberato il sostegno al programma regionale dell’Oim per l’assistenza alle vittime di tratta in Vietnam, Laos e Cambogia, che fa seguito ad un impegno italiano nel settore già avviato negli anni scorsi.

A Myanmar, Paese prioritario per la Dgcs, saranno destinati anche nuovi interventi nei settori della tutela del patrimonio culturale (con l’Università di Firenze), della pesca (con lo Iamb) e del settore delle piccole e medie imprese (con Unido), oltre ad un programma di formazione e ”capacity building” istituzionale per la promozione dell’occupazione di qualità nello Stato Karen realizzato dalla Scuola nazionale dell’amministrazione. Rilevante anche il pacchetto di finanziamenti per interventi  in Afghanistan: oltre ad un contributo di 1 milione di euro all’Afghanistan Reconstruction Trust Fund  gestito dalla Banca Mondiale – che si aggiunge ai 7,7 milioni già stanziati nei mesi scorsi – si segnala in particolare il sostegno al progetto della Città di Torino in tema di rafforzamento della tutela giuridica delle donne nella provincia di Badakshan.

Nel quadro dell’impegno italiano in risposta alla crisi siriana si inseriscono infine i finanziamenti, per complessivi 2,5 milioni, destinati al sostegno dei rifugiati e delle comunità ospitanti in Libano, mentre un contributo di 1,4 milioni di euro andrà all’Unicef per un programma nel settore dell’istruzione; saranno inoltre finanziati interventi di Undp volti a promuovere l’inclusione economica e sociale delle fasce più vulnerabili e di Ilo per creare opportunità di impiego nelle aree che sono state interessate dall’ingente flusso di rifugiati. (11 novembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts