Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libia: Gentiloni, “c’e fretta, Onu metta tutti a un tavolo”

MILANO – In Libia bisogna “fare in fretta” per evitare che il caos degeneri in guerra civile e l’Onu “deve rimettere tutti a un tavolo: gli europei e i soggetti regionali interessati” perche “da solo, facendo la spola, l’inviato delle Nazioni Unite Bernardino Leon non può farcela”. Lo ha detto il ministro degli Esteri Paolo Gentiloni in una intervista al Corriere della Sera.

Nell’intervista Gentiloni preannuncia una riunione dei Paesi coinvolti a Madrid la prossima settimana. “Non dobbiamo rassegnarci al rischio che la divisione diventi permanente e degeneri in piena guerra civile – dice il ministro – e Bernardino Leon, l’inviato delle Nazioni Unite, ha un compito difficile, ma è la strada su cui insistere, rafforzandola”. Secondo Gentiloni, “i Paesi in grado di farlo, l’Italia in prima fila, devono esercitare una funzione di moderazione e influire sulle nazioni vicine o collegate, come Egitto, Algeria, Emirati, Turchia. In più l’Onu deve rimettere tutti a un tavolo: gli europei e i soggetti regionali interessati. Da solo, facendo la spola, Leon non può farcela”.

Secondo Gentiloni, “la crisi libica – avverte – è una minaccia per il Mediterraneo e per l’Europa. Quest’anno abbiamo ricevuto attraverso la Libia 140 dei 160mila rifugiati dalle aree di crisi. Bisogna fare in fretta, il tempo corre. La prossima settimana dovremmo vederci a Madrid con i Paesi coinvolti”. (15 novembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts