Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Gentiloni: “Forte impegno” per Consiglio di sicurezza

Paolo Gentiloni alla Fao

(di Arturo Zampaglione)  ROMA- “Ci sarà un forte impegno per la candidatura dell’Italia al Consiglio di sicurezza”: lo ha promesso il neoministro degli esteri e della cooperazione internazionale, Paolo Gentiloni, a margine della seconda conferenza internazionale sulla nutrizione, che si è aperta mercoledì 19 novembre nel quartiere generale della Fao.

Per Gentiloni, che da poco ha preso il posto di Federica Mogherini alla Farnesina, si trattava del primo appuntamento ufficiale nell’ambito delle Nazioni Unite. Rispondendo a una domanda di OnuItalia, ha ricordato che “la candidatura sarà un tema dominante della politica estera italiana nei prossimi due anni” (in realtà un po’ meno: le elezioni si terranno nel giugno 2016, cioè tra 17 mesi, ndr) e che appuntamenti come quello alla Fao “rappresentano occasioni importanti per consolidare i contatti in vista di quell’obiettivo, sapendo che l’Italia gode di un grande prestigio”. Il ministro ha anche insistito sul lavoro del governo italiano all’Onu “in tutti i teatri di crisi, a cominciare dalla Libia”.

Poco prima di incontrare i giornalisti, Gentiloni aveva aperto la conferenza di tre giorni organizzata dalla Fao e dal Who (Organizzazione mondiale della sanità) per rilanciare l’impegno contro la fame e la denutrizione. “I progressi degli ultimi vent’anni non sono sufficienti”, ha detto nel suo intervento introduttivo: “Le stime della Fao ci dicono che nel mondo oggi ci sono 805 milioni di persone sottonutrite, nel 1992 erano oltre un miliardo, negli ultimi 22 anni c’è stato quindi un calo dell’11,3% e nei paesi in via di sviluppo la percentuale delle persone sottonutrite è passata dal 23,4% al 13,3%. Ma intanto sono arrivate anche sfide nuove, come quella dell’obesità, che è aumentata”.

Per Gentiloni, l’Expo di Milano 2015, che ha come tema ‘Nutrire il pianeta’, offrirà una piattaforma per aumentare la consapevolezza dell’esigenza di sradicare la fame. “Attendiamo milioni di persone e una copertura mediatica imponente”, ha detto: “L’Expo sarà quindi una straordinaria opportunità per approfondire le questioni dello sviluppo rurale sostenibile”.

Dopo aver assistito alla prima parte dei lavori della conferenza, Gentiloni ha risposto alle domande della stampa sull’Onu e altri dossiers internazionali, a cominciare dalla crisi in Ucraina. “Le sanzioni contro la Russia – ha osservato – non hanno un obiettivo diverso da quello di mostrare fermezza e produrre conseguenze. Penso che abbiano raggiunto questi due obiettivi, ma dobbiamo cercare una soluzione politica, non solo per evitare conseguenze sul piano economico, ma perché i rapporti fra l’Ue e il suo vicino più grande siano stabili e non conflittuali”.

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts