Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Papa alla Fao: acqua e’ problema che puo’ portare a guerra

ROMA – “L’acqua non è gratis, come tante volte pensiamo: sarà un grave problema che può portarci a una guerra”. Lo ha detto papa Francesco, parlando ‘a braccio’ e in italiano, nel suo indirizzo finale di saluto ai rappresentanti della Fao. Il papa aveva invece parlato in spagnolo ai delegati dell’assemblea mondiale organizzata dall’agenzia Onu per l’alimentazione e dall’OMS. E’ stato il primo discorso ufficiale del Pontefice argentino che nel settembre 2015 e’ atteso all’Onu di New York.

Bergoglio e’ arrivato alla Fao sulla consueta Ford Focus blu su cui si muove quando esce dal Vaticano. Il Papa è stato introdotto nella sala plenaria dal ministro italiano delle Politiche agricole Maurizio Martina. La prima persona che Bergoglio è andato a salutare, in prima fila, è stata la giovane regina spagnola Letizia Ortiz che aveva appena terminato il suo intervento. Il Papa ha lasciato la Fao dopo una quarantina di minuti.

Tanti i temi trattati nell’intervento del Santo Padre. È “doloroso” constatare che “la lotta contro la fame e la denutrizione viene ostacolata dalla ‘priorità del mercato’, e dalla ‘preminenza del guadagno’, che hanno ridotto il cibo a una merce qualsiasi, soggetta a speculazione, anche finanziaria”, ha detto il Papa secondo cui oggi “i destini di ogni nazione sono più che mai collegati tra loro, come i membri di una stessa famiglia, che dipendono gli uni dagli altri. Ma viviamo in un’epoca in cui i rapporti tra le nazioni sono troppo spesso rovinati dal sospetto reciproco, che a volte si tramuta in forme di aggressione bellica ed economica, mina l’amicizia tra fratelli e rifiuta o scarta chi già è escluso”.

Lo sa bene chi manca del pane quotidiano e di un lavoro dignitoso: “Questo è il quadro del mondo, in cui si devono riconoscere i limiti di impostazioni basate sulla sovranità di ognuno degli Stati, intesa come assoluta, e sugli interessi nazionali, condizionati spesso da ridotti gruppi di potere”. E in questo quadro, ha aggiunto Bergoglio, “il diritto all’alimentazione sarà garantito solo se ci preoccupiamo del suo soggetto reale, vale a dire la persona che patisce gli effetti della fame e della denutrizione”.

Sempre in spagnolo, papa Francesco ha detto che “oggi si parla molto di diritti, dimenticando spesso i doveri; forse ci siamo preoccupati troppo poco di quanti soffrono la fame. E mentre si parla di nuovi diritti, l’affamato è lì, all’angolo della strada, e chiede diritto di cittadinanza, di essere considerato nella sua condizione, di ricevere una sana alimentazione di base. Ci chiede dignità, non elemosina”. (20 novembre 2014)

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts