Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Diritti Umani: da Onu a Ginevra, 186 raccomandazioni a Italia

ROMA – L’Italia ha ricevuto 186 raccomandazioni nell’ambito della Revisione periodica Universale presso il Consiglio Diritti umani delle Nazioni Unite  a Ginevra: lo ha riferito oggi il Ministro plenipotenziario Gian Ludovico De Martino nel corso di un’audizione davanti alla Commissione Esteri della Camera.

“In termini generali il clima della sessione è stato estremamente positivo nei confronti del nostro Paese”, ha detto De Martino. Tra le raccomandazioni a seguito della revisione, condita lo scorso ottobre, ci sono azioni più incisive sulla violenza alle donne, sul razzismo, sui migranti: l’esame e’ stato il secondo periodico universale del nostro Paese da parte del Consiglio Onu sui diritti umani.

L’Italia ha tempo fino a marzo 2015 per esaminare, approvare o respingere le raccomandazioni, molte delle quali sono simili tra di loro. Sono ad esempio piu’ di dieci i Paesi, dalla Francia al Togo, che hanno chiesto la ratifica della Convenzione internazionale per la protezione dalle sparizioni forzate. Altrettanti Paesi si sono pronunciati per la ratifica della Convenzione internazionale sulla protezione dei diritti dei lavoratori migranti e dei membri delle loro famiglie, ma anche sulla creazione di un Istituto Nazionale sui diritti umani.

Un totale di “ben 23 raccomandazioni” riguardano la “creazione di un’istituzione nazionale indipendente sui diritti umani secondo i principi di Parigi”, ha detto De Martina. Tra le altre, ha proseguito, ci sono “misure contro la discriminazione di genere e la violenza contro le donne” e la “lotta al razzismo, all’istigazione all’odio razziale, alla xenofobia e all’islamofobia, soprattutto in politiche e nello sport”, i “diritti dei migranti e dei richiedenti asilo”, l'”attuazione efficace della strategia nazionale di inclusione di Rom, Sint e Caminanti”, misure sul “sovraffollamento delle carceri e condizioni dei detenuti”, il “contrasto al traffico di esseri umani e protezione delle vittime” e l’ “adozione di misure positive a favore dei diritti delle persone con disabilità”. L’Esame periodico universale è un meccanismo dell’Onu in base al quale la situazione dei diritti umani di ogni Paese membro è esaminata in modo periodico con scadenza quadriennale. (26 novembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts