Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Migrazioni e sviluppo: Roma crocevia tra Europa e Africa

ROMA – Roma crocevia tra Europa e Africa del dialogo su migrazioni e sviluppo: oggi il Ministero degli Esteri e della Cooperazione e il Ministero dell’Interno ospitano la quarta Conferenza ministeriale euro-africana nel quadro del cosiddetto “Processo di Rabat” a cui partecipano 58 Paesi, mentre domani 38 delegazioni europee e africane si ritroveranno per la prima riunione del “Processo di Khartoum” sui flussi migratori dalla regione del Corno d’Africa. Entrambe le riunioni sono state organizzate nell’ambito del semestre italiano di presidenza Ue. Partecipa tra gli altri l’Alto Responsabile della Politica Estera europea Federica Mogherini, ex titolare della Farnesina.

B3dDqEhIMAEp6Ua.jpg-smallIl Processo di Rabat è un foro di dialogo regionale tra l’UE ed i Paesi dell’Africa occidentale, centrale e mediterranea sui temi migratori. E’ nato nel 2006 su impulso di Spagna, Francia e Marocco al fine di affrontare le sfide poste dalle migrazioni lungo la rotta migratoria Africa Sub-Sahariana–UE, secondo un approccio di responsabilità condivisa tra Paesi d’origine, transito e destinazione dei flussi migratori. Oltre ai 28 Paesi Ue, partecipano all’incontro Norvegia, Svizzera e 28 partner africani (Benin, Burkina Faso, Camerun, Capo Verde, Ciad, Congo, Costa d’Avorio, Egitto, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea, Guinea Equatoriale, Guinea-Bissau, Liberia, Libia, Mali, Marocco, Mauritania, Niger, Nigeria, Repubblica Centrafricana, Repubblica Democratica del Congo, Senegal, Sierra Leone, Togo, Tunisia), con l’Algeria in veste di osservatore.

In occasione della Conferenza verrà adottata una dichiarazione politica (“Dichiarazione di Roma”), cui sarà allegato il “Programma di Roma” che definirà il quadro operativo del Processo di Rabat nel prossimo triennio. I contenuti del Programma di Roma – informa la Farnesina in un comunicato – rispondono ad una strategia globale e multidimensionale strutturata su quattro pilastri: migrazione legale/mobilità; migrazione irregolare e contrasto al crimine organizzato ad essa collegato; nesso tra migrazione e sviluppo; protezione internazionale.

La Conferenza del “Processo di Rabat” rappresenta uno degli eventi chiave del semestre di Presidenza italiana del Consiglio Ue nel settore delle politiche migratorie e si inserisce in un più ampio quadro di eventi che si svolgeranno negli stessi giorni e che prevedono anche una riunione congiunta dei Ministeri degli Esteri e dell’Interno dei Paesi Ue (la sera del 27 novembre) e la I Conferenza Ministeriale del Processo di Khartoum (il 28 novembre), nuovo foro di dialogo migratorio con i Paesi dell’Africa Orientale, nato sotto l’impulso della Presidenza italiana: la conferenza ministeriale sara’ aperta da Gentiloni e da Alfano con il Vice Ministro degli Esteri Lapo Pistelli e dal Sottosegretario all’Interno Domenico  Manzione.

Scopo dell’iniziativa e’ la promozione di progetti concreti per una più efficace gestione dei flussi migratori nei Paesi del Corno d’Africa e nei maggiori Paesi mediterranei di transito (Libia, Egitto e Tunisia). In un’area dove le ricorrenti tensioni hanno anche portato in passato a conflitti armati, il Processo di Khartoum (PK) dovrebbe avere anche una valenza di stabilizzazione regionale. La missione di Pistelli a inizio luglio nei Paesi del Corno d’Africa (Somalia, Gibuti, Eritrea, Sudan ed Etiopia) ha avuto un ruolo determinante. Partecipano 38 Paesi: oltre ai 28 stati membri UE, anche Libia, Egitto, Sudan, Sud Sudan, Etiopia, Eritrea, Gibuti, Somalia, Kenya, Tunisia. (27 novembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts

1 Trackbacks & Pingbacks

  1. Roma, l'Eritrea partecipa al Processo di Khartoum - Eritrea Live

Comments are closed.