Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Eritrea: commissione Diritti Umani tra eritrei in Italia

GINEVRA – Una tappa italiana per la Commissione Onu d’inchiesta sulle violazioni dei diritti umani in Eritrea: gli esperti, guidati dall’australiano Mike Smith, sono da oggi al 4 dicembre a Roma, Bologna e Milano per incontrare rappresentanti del governo italiano, ma soprattutto cittadini eritrei fuggiti dal loro Paese e giunti in Italia.

“Per compiere il nostro mandato vogliamo parlare con gli eritrei. Speriamo di poter visitare l’Eritrea per affrontare le questioni con il governo. Ma vogliamo parlare anche con la gente comune” e le persone vittime delle violazioni dei diritti umani, ha detto Smith prima della partenza per Roma. Molti delle centinaia
di migliaia di eritrei fuggiti dal Paese si trovano in Europa e in particolare in Italia per via dei legami storici con l’Eritrea.

I commissari, che devono fare rapporto al Consigli per i Diritti Umani di Ginevra, non hanno ancora ricevuto un invito del governo di Asmara per recarsi nel Paese. Se questo incvito non arriverà’ svolgeranno iil loro lavoro incornando gli eritrei  fuori dal Paese. Il mandato della Commissione e’ indagare sulle scuse di “diffuse violazioni di diritti umani” da parte delle autorita’ eritree. Secondo l’Unhcr negli ultimi mesi oltre 6.000 persone hanno lasciato il Paese per timore di essere reclutate nelle forze armate e il numero dei richiedenti asilo in Europa e’ triplicato. Secondo Smith questi numeri sono il segnale di qualcosa di molto sbagliato.

“E’ gente che lascia il paese per una ragione”, ha detto Smith, fino all’anno scorso assistente segretario generale dell’Onu a New York e direttore esecutivo del Comitato antiterrorismo dell’ Onu : “La gente non si mette a rischio e passa sotto tutti questi traumi e il pericolo di essere sfruttati dai trafficanti di persone viaggiando in barconi nel Mediterraneo senza che ci sia una ragione seria per farlo”. (28 novembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts