Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Libia: 200 jidahisti in campi addestramento Isis

WASHINGTON – Un paio di centinaia di jihadisti si stanno addestrando in campi dell’Isis nell’est della Libia e le forze armate americane stanno attentamente monitorando la situazione: lo ha detto a Washington il generale David Rodriguez, responsabile dell’US Africa Command.

Rodriguez ha escluso al momento azioni militari contro quella che ha definito una “nascente” attività del califfato islamico dall’altro lato del Canale di Sicilia. La possibilita’ che il caos politico in Libia possa fare da incubatore a estremisti islamici e’, non da oggi, una preoccupazione degli Stati Uniti e degli alleati occidentali. Rodriguez ha detto che gli Stati Uniti stanno seguendo la situazione per verificare se e come la presenza dell’Isis in Libia si dovesse allargare.

Oggi la missione delle Nazioni Unite in Libia ha annunciato la convocazione di un nuovo giro di colloqui tra le parti in conflitto per cercare una soluzione agli scontri che minacciano anche la produzione petrolifera del paese. Gli incontri si terranno il 9 dicembre – ha annunciato l’Onu – senza precisare il luogo o chi saranno i partecipanti.

L’inviato delle Nazioni Unite in Libia Bernardino Leon e’ atteso nel corso di dicembre a New York per riferire in Consiglio di Sicurezza. La Libia ha due governi e due parlamenti che aspirano al potere del paese, da quando il gruppo Alba libica ha fissato a Tripoli la sua sede governativa, ad agosto, dopo una battaglia con i gruppi rivali.  Il primo ministro libico riconosciuto dalla comunità internazionale è Abdullah al Thinni ed è costretto a lavorare a Tobruk, nell’est del paese.

Nato0112La convocazione del nuovo round di colloqui  per la formazione di un governo di unità nazionale e’ stata confermata a Bruxelles in una nota congiunta di Italia, Francia,Germania, Spagna, Regno Unito,Usa, Onu e Ue ai margini della riunione ministeriale della Nato. Nella nota, frutto di una riunione sollecitata dall’Italia, si afferma che “si prende in considerazione il ricorso a misure aggiuntive” se qualcuno degli attori libici si sottraesse al dialogo: ” Uno strumento di fortissima pressione”, ha commentato il ministro degli esteri, Paolo Gentiloni. (3 dicembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts