Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Responsabilita’ di Proteggere: Cardi, prevenzione chiave contro atrocita’

NEW YORK –  “Crimini di atrocità ancora continuano nel mondo di oggi”, la lezione del passato insegna che “la prevenzione e’ cruciale”, e in questo quadro “importante e positivo” può essere il ruolo di “attori non statali” come leader religiosi e mass media o, nell’esempio portato dal Rappresnetante Permanente d’Italia all’Onu Sebastiano Cardi, la Comunita’ di Sant’Egidio che da anni, a partire dal Mozambico, e’ impegnata sul fronte internazionale per sollecitare la mediazione e il dialogo per la pace.

Parlando in apertura di un seminario organizzato dalle missioni di Italia e Tanzania sulla prevenzione del genocidio e la Responsabilita’ di Proteggere, Cardi ha osservato che “rafforzare le capacita’ di ‘early warning’ e’ cruciale per individuare rischi e intervenire rapidamente” per contenere il rischio di atrocita’. La riunione al Palazzo di Vetro e’ stata l’occasione per il lancio di un nuovo “strumento”, la Framework of Analysis for Atrocity Crimes, per effettuare questa prevenzione.

“Le atrocita’ radamente avvengono all’improvviso: sp[esso si evolvono e si sviluppano col tempo”, ha detto il numero due dell’Onu Ian Eliasson appendo la riunione: “Di conseguenza, ben prima che le tensioni degenerino in violenza, ci sono molte opportunita’ di prendere contromisure. Dobbiamo tutti esserne consapevoli e agire prima possibile”.

La Framework (cornice) e’ stata elaborata all’Ufficio Onu per la Prevenzione del Genocidio e sulla Responsabilita’ di Proteggere: e’ uno strumento di analisi e valutazione del rischio che usa una serie di fattori e indicatori per identificare e prevenire i crimini di atrocita’.

Il crimine di genocidio, ha ricordato Cardi nel suo intervento, e’ stato riconosciuto come tale dall’Assemblea Generale dell’Onu 68 anni fa come espressione della volontà’ internazionale di non permettere più orrori come quelli commessi durante la Seconda Guerra Mondiale. Putroppo pero’ “crimini di atrocità ancora continuano nel mondo di oggi”, e a questo proposito l’ambasciatore italiano ha ricordato “l’importanza di cogliere nelle persecuzioni su base religiosa o nella violenza settaria gli indicatori o i campanelli d’allarme”.

Nel 2015, ha ricordato Cardi, l’Onu celebrerà il decimo anniversario della dottrina della Responsabilita’ di Proteggere (R2P), a cui l’Italia da’ forte sostegno attraverso l’addestramento e la formazione per agenti di polizia da inviare in situazioni di conflitto e post-conflitto e con programmi di cooperazione e strategie nei campi dello stato di diritto, governance, protezione dei gruppi più vulnerabili e diritti delle donne. (11 dicembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts