Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Gentiloni a RaiNews24: Italia, una iniezione di autostima

ROMA –  “Siamo un grande paese, ammirato e invidiato, in giro per il mondo si parla di italian style, l’Italia ce la può fare ma deve darsi un po’ di carica in più, un ricostituente sul piano psicologico, oltre che sul piano economico e delle riforme”: e’ il ministro degli esteri Paolo Gentiloni a chiedere al Paese una iniezione di fiducia in se’ stesso. Il titolare della Farnesina e’ stato intervistato da Monica Maggioni su RaiNews24. Al centro della conversazione, oltre al ruolo dell’Italia nel mondo, il caso dei due marò, le notizie su padre Dall’Oglio, le sanzioni alla Russia, la svolta Usa-Cuba, il negoziato nucleare.

Definendo “deludenti” i risultati raggiunti finora, il ministro ha confermato che c’è in corso da mesi un dialogo tra i due governi per risolvere e dare un contributo politico e nonostante “il nostro disappunto e la nostra irritazione mi auguro che i contatti proseguano e diano frutti migliori”. Nessuna conferma invece sulle notizie che arrivano dall’Osservatorio siriano per i diritti dell’uomo su padre Dall’Oglio. Secondo le indiscrezioni sarebbe vivo e detenuto dall’Isis in un carcere nella provincia siriana Aleppo ma Gentiloni usa la prudenza e conferma che “purtroppo non sembra che ci siano conferme a queste notizie”.

“L’Occidente non dovrebbe farsi facili illusioni sul fatto che le sanzioni determinino un automatico cambio di posizione” della Russia, ha detto Gentiloni. La difficile condizione economica infatti, secondo il ministro, è frutto più della caduta enorme del prezzo dal petrolio. La strada da seguire secondo Gentiloni è quella di un “percorso politico di dialogo” su Kiev e altri “tanti scenari su cui la Russia può dare un contributo”. LO stesso percorso che, con le dovute proporzioni, ha portato alla svolta di Obama su Cuba, definita dal titolare della Farnesina “dal valore storico pazzesco” e il presidente americano sarà ricordato per questo.

A giudizio di Gentiloni l’ostilità nel congresso del Partito repubblicano, avrà vita dura. “L’obiezione secondo cui questa distensione può rafforzare il regime cubano è pittoresca. Il regime cubano è lì da 50 anni e non mi pare che si sia indebolito: anzi, con le sanzioni ha avuto una specie di cura di eterna giovinezza”. Il ministro poi mostra ottimismo anche sul fronte dei rapporti tra Washington e Teheran: un accordo potrebbe arrivare già nel 2015 fra Iran e Stati Uniti sul programma nucleare iraniano, permettendo poi allo Stato sciita di giocare un ruolo significativo nel contrasto all’Isis.  (20 dicembre 2014)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts