Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Stephen Hawking: in nome bambini stop guerra in Siria

CAMBRIDGE – In nome dei bambini stop alla guerra in Siria: Stephen Hawking, l’autore di “Breve Storia delTempo” ex ex professore di matematica a Cambridge lancia un appello dal Washington Post per una soluzione pacifica della crisi siriana che, a suo avviso, rappresenta una sfida all’intelligenza dell’uomo.

“Oggi la razza unama si sviluppa rapidamente. la nostra conoscenza cresce a ritmo esponenziale e con essa la tecnologia ma gli istinti, e in parricolare gli istinti aggressivi, restano quelli dell’uomo delle caverne”, scrive Hawking: “L’aggressione ha avuto vantaggi per la sopravvivenza, ma quando le moderne tecnologie incontrano l’antica aggressivita’, l’intera razza umana e il resto della vita sulla Terra sono a rischio”.

Lo scienziato nota l’uso in Siria di armi tecnologiche “usate per raggiungere cosiddetti fini politici intelligenti”, ma a suo parere, “non e’ intelligente vedere oltre centomila persone uccise e bambini opresi di mira. Sembra stupido, o peggio, prevenire che aiuti umanitari ragiungano ospedali dove, come documentera’  Save the Children in un prossimo rapporto, bimbi hanno gli arti amputati per mancanza di soluzioni migliori e neonati muoiono nelle incubatrici perche’ non c’e’ la corrente”.

Per Hawking, quanto sta avvenendo in Siria e’ “un abominio”. Lo scienziato chiede di por fine a questa guerra “per proteggere i bambini della Siria”.

Ecco a seguire il resto dell’editoriale:

“The international community has watched from the sidelines for three years as this conflict rages, engulfing all hope. As a father and grandfather, I watch the suffering of Syria’s children and must now say: No more.

I often wonder what we must look like to other beings watching from deep space. As we look out at the universe, we are looking back in time, because light leaving distant objects reaches us much, much later. What does the light emitting from Earth today show? When people see our past, will we be proud of what they are shown — how we, as brothers, treat each other? How we allow our brothers to treat our children?”. (4 gennaio 2015)

We now know that Aristotle was wrong: The universe has not existed forever. It began about 14 billion years ago. But he was right that great disasters represent major steps backward for civilization. The war in Syria may not represent the end of humanity, but every injustice committed is a chip in the facade of what holds us together. The universal principle of justice may not be rooted in physics but it is no less fundamental to our existence. For without it, before long, human beings will surely cease to exist.

 

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts