Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Arte all’Expo: con l’Onu in crowdsourcing per futuro migliore

ROMA – Sessanta opere d’arte in forma digitale di artisti da tutto il mondo interpreteranno i cinque obiettivi al centro del percorso dell’Onu “Zero Hunger Challenge” e il focus speciale sulla parita’ di genere all’Expo 2015 di Milano. La scadenza per partecipare e’ il 20 gennaio nel qua drop di un accordo tra Nazioni Unite e “Art for a better future”, una organizzazione no profit convinta che “l’arte e’ un linguaggio universale che ispira cambiamenti positivi, elimina le barriere e facilita la comunicazione”.

La partecipazione dell’Onu all’Expo e’ coordinata dale agenzie Onu con sede a Roma: Fao, Ifad e Pam. “Art for a better future”  e’ l’organizzazione no profit di pptArt (www.pptArt.net), la piattaforma di crowdsourcing artistico che lavora con 2.000 artisti di 75 Paesi. Le opere selezionate saranno messe in mostra negli spazi espositivi multimediali dell’Onu nei mesi dell’Expo.

Hamdullah-Arbab-1Tra gli artisti che hanno gia’ presentato le loro proposte c’e’ Hamdullah Arbab, afghano che ha cominciato a dipingere nel 1996 come profugo in Pakistan. Samuel  Prophask Asamoah, dal  Ghana, ha esposto nel Regno Unito, negli Usa e in molti Paesi africani: ha cominciato scarabocchiando per terra, su muri e su foglie e la sua aspirazione di creare un mondo/ territorio che possa essere chiamato “La terra dei colori”.

La dominicana Angie Del Riego sa come combinare musica, arte  e poesia che riflettano le sue radici culturali e i suo amore dell’umanita’.  Edmon khalil_diversity-movie-still-2012_2Khalil Mohammed e’ nato Nyala (Darfur, Sudan), si e’ laureato alla Sudan University, ma ora vive in Svezia.  Najlaa Shawket Fitouri e’ nata in Libia nel 1968: il suo lavoro si concentra sulle donne del suo Paese e loro preoccupazioni, lo stile di vita, dolore, bellezza. Colori e forme per esplorare il subconscio del portare il velo. Mostre non oso in Libia ma anche in Svizzera, Francia, Malta e Iraq.  (17 gennaio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts