Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Mutilazioni genitali femminili: GB, quasi 500 casi identificati in un mese

LONDRA – Denuncia choc in Gran Bretagna: quasi 500 casi di mutilazioni genitali femminili sono stati identificati in un mese da ospedali in Inghilterra secondo uno studio dell’ Health and Social Care Information Centre (HSCIC), 15 al giorno nello scorso mese di novembre.

I casi identificati nel novembre 2014 sono stati 466 mentre in ottobre, il primo mese in cui sono stati raccolti i dati, le denunce sono state 455. La pratica delle mutilazioni e’ illegale nel Regno Unito dal 1985: eppure in tutto questo tempo nessuno e’ stato condannato per questo. Un medico britannico, Dhanuson Dharmasena, e’ attualmente sotto processo per aver praticato la mutilazione su una donna in un ospedale di North London: il primo caso del genere.

La mutilazione genitale femminile e’ pratica ancora comune soprattutto in Africa nord e orientale, presso alcune culture mediorientali e in Asia, ma anche Paesi occidentali come Gran Bretagna e Canada non sono immuni.

Lo scorso dicembre l’Assemblea Generale ha adottato per consenso una nuova risoluzione sul contrasto alla pratica. Il documento era stato sponsorizzato dai Paesi del Gruppo Africano e da altre 71 nazioni tra cui l’Italia.  (25 gennaio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts