Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Pena morte: vescovi Usa, bene Corte Suprema, stop esecuzioni

MIAMI – Molti vescovi Usa hanno dato il benvenuto alla decisione della Corte Suprema di rivedere i protocolli delle esecuzioni e ne hanno approfittato per chiedere l’abolizione della pena capitale negli Usa.”Preghiamo perche’ la revisione della Corte porti al riconoscimento che le pratiche della violenza istituzionalizzata nei confronti delle persone erode la dignita’ della vita umana. La pena di morte deve finire”, ha detto il cardinale Sean O’Malley, arcivescovo di Boston e presidente della commissione delle attività “per la vita” dei vescovi Usa.

In  Florida, uno degli Stati in prima fila per numero di esecuzioni, l’Arcivescovo di Miami Thomas Wenski, che presiede la commissione giustizia della Conferenza Episcopale, ha osservato che le ultime esecuzioni hanno mostrato come “l’uso della pena di morte svilisce la vita umana e diminuisce il rispetto per la dignita’ della persona”.

La Corte Suprema ha accettato di considerare il caso Glossip v. Gross, presentato da tre detenuti nel braccio della morte dell’Oklahoma, Richard Glossip, John Grant, and Benjamin Cole. La loro esecuzione e’ stata rinviata in attesa della decisione della Corte. Originariamente il caso portava il nome di Charles Warner: capofila perche’ il primo a morire. Warner e’ morto sul lettino dell’iniezione letale il 15 gennaio: “My body is on fire”, ha detto dopo che il suo ricorso a Washington era stato respinto 5 a 4. Pochi giorni dopo la Corte ha accettato di esaminare il ricorso dei suoi compagni di detenzione. Bastano quattro voti per aprire la procedura, cinque sono necessari per fermare una condanna a morte.

I detenuti chiedono adesso di respingere il protocollo “a tre farmaci” usato nelle esecuzioni in Oklahoma affermando che provocherebbe loro “dolore inconsueto e crudele”. Tra i farmaci del mix c’e’ il sedativo midazolam. (28 gennaio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts