Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Corte Penale: Cardi presiede gruppo lavoro, appello unita’ Stati parte

NEW YORK – Un appello all’unita’ e contro le divisioni tra Stati parte della Corte Penale Internazionale “in nome delle molte vittime” di crimini di guerra nel mondo. Il Rappresentante Permanente d’Italia all’Onu Sebastiano Cardi ha aperto oggi  a New York la prima riunione del gruppo di lavoro dell’ASP della Corte di cui in dicembre e’ stato eletto vicepresidente.

“Attenzione per le vittime di crimini internazionali; il rilancio dell’universalita’ del sistema con un focus particolare su alcune regioni, per esempio l’Asia dove nuove ratifiche sono possibili; il rafforzamento dell’unita’ dell’Assemblea degli Stati parte dietro la Corte; migliore collaborazione degli Stati e dell’Onu con la Corte, in particolare attraverso un ruolo costruttivo del Consiglio di Sicurezza”: questi, secondo Cardi sono “alcuni messaggi chiave” che gli Stati aderenti allo Statuto di Roma devono sollevare a New York.

“E’ qualcosa che puo’ esser fatto solo restando uniti. Identificare ragioni per trovarsi insieme anziche’ affondare i temi che ci dividono. Non che questi debbano esser messi da parte, ma dovrebbero essere affrontati attraverso un dialogo continuo e un impegno verso gli obiettivi comuni”.

Cardi ha ricordato la “celebrazione” organizzata lo scorso luglio dall’Italia nell’ambito del semestre di presidenza Ue per la Giornata Internazionale della Giustizia Penale. L’obiettivo di quell’incontro, a cui ha preso parte tra gli altri io Segretario Generale Ban Ki moon, era di rafforzare le ragioni dell’unita’ contro i messaggi di divisione: “Lo dobbiamo alle molte vittime in giro per il mondo”, ha detto l’ambasciatore italiano.

L’ambasciatore italiano e’ stato eletto alla vice-presidenza dell’Assemblea degli Stati Parte della Corte Penale Internazionale lo scorso dicembre, una conferma del prestigio che godono l’Italia, e lo stesso Cardi, alle Nazioni Unite e un riconoscimento dell’impegno dimostrato dal nostro Paese per la nascita della Corte il cui Statuto e’ stato firmato a Roma nel 1998.

In precedenza l’Assemblea degli Stati Parte aveva eletto per acclamazione l’attivista per i diritti umani e dall’anno scorso Ministro della Giustizia senegalese Sidiki Kaba come suo presidente: il primo africano nella storia della Corte. L’Italia era stata confermata per un nuovo triennio nel Bureau dell’Assemblea, organismo di cui fanno parte 18 membri eletti  sulla base dei principi di equa rappresentazione geografica e dell’equa rappresentazione dei principali sistemi legali del mondo.   (4 febbraio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts