Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Mutilazioni Genitali Femminili: evento NPSG in Costa d’Avorio con sostegno Farnesina

ABIDJAN – Un workshop nazionale in Abidjan, Costa d’Avorio per promuovere l’attuazione della risoluzione adottata il 20 Dicembre 2012 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite che afferma il divieto globale delle mutilazioni genitali femminili (A/RES/67/146). Lo hanno organizzato Non c’è Pace Senza Giustizia (NPSG), in collaborazione con Fondation Djigui la Grande Espérance e l’Inter-African Committee for Traditional Practices Affecting the Health of Women and Children (IAC) con il sostegno della Farnesina.

L’incontro ha  il patrocinio del Ministero della Solidarietà Nazionale e degli Affari della famiglia, delle donne e dei bambini e il Vice-Presidente dell’Assemblea Nazionale della Costa d’Avorio: sarà seguito da una cerimonia celebrata in occasione della Giornata Internazionale della Tolleranza Zero alle mutilazioni genitali femminili (MGF), il 6 febbraio 2015, sul tema: “Mobilitazione e coinvolgimento dei professionisti del settore sanitario per accelerare l’eliminazione delle MGF”.

Partecipano esponenti governativi di alto livello, parlamentari e attivisti della società civile della Costa d’Avorio, ma anche rappresentanti delle agenzie delle Nazioni Unite e di altre organizzazioni internazionali. Il workshop fornirà l’opportunità di consolidare il pieno coinvolgimento e impegno delle autorità politiche della Costa d’Avorio a favore dell’attuazione della risoluzione Onu che vieta esplicitamente le MGF come violazione dei diritti umani di donne e ragazze. Nonostante anni di campagne di sensibilizzazione, secondo i dati del 2011-2012 della National Demographic and Health Survey, la pratica è ancora diffusa nel 38% della Costa d’Avorio.
“La lotta contro questa violazione dei diritti umani richiede maggiore cooperazione e sinergia tra tutte le istituzioni e le organizzazioni della società civile per essa impegnate”, afferma in un comunicato Non xc’ e’ Pace senza Giustizia, “ma anche un lavoro di prevenzione e condanna dell’aumento della medicalizzazione della pratica, così come un rigoroso ed efficace rafforzamento della legge del 1998 che proibisce le MGF, per proteggere le vittime e far sì che i colpevoli ne rispondano. (4 febbraio 2015)
The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts