Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Isis: choc, bambini crocifissi, sepolti vivi; UNICEF, basta sangue

GINEVRA/ROMA – Rapporto choc dell’Onu: bambini torturati dall’Isis, venduti ai mercati come schiavi del sesso, “crocifissi, sepolti vivi”. Il dossier pubblicano a Ginevra dal Comitato per i Diritti dell’infanzia provoca orrore in tutto il mondo e anche in Italia. “Sono prove di fatti che denunciamo da mesi e che trovano oggi un definitivo, crudele, fondamento. Basta sangue”, ha detto Andrea Iacomini, portavoce dell’UNICEF Italia ricordando come “proprio la scorsa estate il Rappresentante UNICEF in Iraq Marzio Babille aveva parlato del calvario cui venivano sottoposti i bambini e le bambine yazidi in fuga da Isis con le loro famiglie senza dimenticare pratiche come la chiusura immediata di scuole “non affini” e l’utilizzo, sempre da parte di Isis, di modalità di reclutamento 2.0 dei bambini come soldati che imbracciano armi per uccidere ostaggi e combattere”.

Secondo Iacomini, “la questione centrale non sta nel continuare ad alimentare una guerra atroce che sembra non avere soluzione di continuità ma piuttosto nell’impegnarsi concretamente con iniziative politiche e pacifiche da parte della comunità internazionale a partire dal conflitto siriano, che lo voglio ricordare, solo nel mese di gennaio ha prodotto oltre 2000 morti innocenti e oltre 3,5 milioni di profughi nei paesi limitrofi di cui oltre un milione nel solo Libano che vive un momento di grande instabilità. La metà di questi numeri sono bambini indifesi che vivono un calvario senza tempo. Questo rapporto spero faccia risvegliare un sentimento di indignazione globale verso gesta sanguinarie perpetrate ai danni dei bambini che vanno sempre e ovunque protetti e invece sono vittime dell’odio non solo in Medio Oriente”.

L’ennesima strage degli innocenti di questo millennio e’ documentata in un dossier agghiacciante. Il Comitato ginevrino cita “molti casi di esecuzioni di massa di bambini, cosi’ come notizie di decapitazioni, crocifissioni di bambini e sepolture di bambini vivi” o di bambini usati come scudi umani contro i raid aerei degli Stati Uniti o come kamikaze. “Il problema e’ enorme”, afferma il rapporto Onu secondo cui le vittime fanno spesso parte di comunità Yazidi o cristiane ma anche sciiti e sunniti non sono risparmiati. L’agenzia dell’Onu ha esortato a fare di più, sottolineando che l’Iraq deve “prendere tutte le necessarie iniziative per assicurare la sicurezza e la protezione dei bambini e delle loro famiglie”. (5 febbraio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts