Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Siria: de Mistura, Assad pronto stop bombe su Aleppo

NEW YORK – Il governo siriano si e’ detto disponibile a sospendere per sei settimane i bombardamenti sulla città di Aleppo, ha detto l’inviato dell’Onu Staffan de Mistura nel corso di una riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. Lo riferiscono fonti diplomatiche del Palazzo di Vetro.

Nominato dall’Onu inviato speciale per la Siria lo scorso luglio, de Mistura ha incontrato il presidente Siriano Assad l’11 febbraio a Damasco e oggi ha visto a New York il segretario generale Ban Ki moon e i membri del Consiglio di Sicurezza riuniti a porte chiuse.

Mentre in Siria scontri tra ribelli e forze del governo lasciavano cento morti sul terreno nella zona di Aleppo, de Mistura ha annunciato all’ONU di aver ricevuto “un impegno” dal regime di Damasco che e’ pronto a sospendere i tiri di artiglieria per sei settimane sulla citta’ simbolo del suo sforzo per rilanciare il progetto di pace.  “Credo che il governo della Siria, che ha capacita’ aeree e di artiglieria, debba essere parte di ogni soluzione per ridurre la violenza sulla popolazione civile”, ha detto l’inviato.

De Mistura ha detto al Consiglio che tornera’ presto Damasco, e poi ad Aleppo, per discutere ulteriormente le opzioni di un cessate il fuoco pilotato e non ha dato indicazioni di quando potrebbero cessare i bombardamenti.

“Non mi faccio illusioni, sara’ una missione difficile. Il prossimo passo, ha detto il diplomatico italo-svedese, sara’ di convincere l’opposizione a fare altrettanto: niente missili o mortai per sei settimane”. Nessuna illusione dunque, ma “un barlume di speranza, ed e’ il nostro dovere continuare a proteggere i civili finche’ c’e la speranza di arrivare a un accordo politico”.

Saranno i fatti sul terreno, ha ammesso de Mistura, a dimostrare se il “congelamento” funziona e puo’ essere replicato altrove. Il briefing di de Mistura ha coinciso con un pesantissimo attacco a sorpresa lanciato dalle forze del regime siriano aiutate da combattenti Hezbollah contro alcuni villaggi vicino ad Aleppo: oltre cento i morti. Secondo l’Osservatorio siriano dei diritti umani tra le vittime si contano almeno 65 insorti e 50 soldati e miliziani filo-governativi. “Ogni volta che cerchiamo di raggiungere un cessate il fuoco vediamo un’accelerazione degli scontri. Temo che sia proprio questo il caso”, ha detto l’inviato Onu rispondendo alla domanda di un giornalista fuori dall’aula del Consiglio.  (17 febbraio 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts