Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

EatalyWorld a Bologna più vicino dopo accordo trasloco grossisti

BOLOGNA – EatalyWorld a Bologna e’ più vicino. Dopo lunghe trattative e’ arrivato l’accordo tra Caab (Centro agroalimentare bolognese) e i grossisti che operano nel mercato ortofrutticolo bolognese per il loro trasferimento nel nuovo stabilimento che sarà costruito, sempre dentro al Caab, per fare spazio al maxi parco tematico dedicato al cibo che dovrebbe a fine anno raccogliere il testimone da EXPO Milano 2015.

Il confronto, ha spiegato il presidente di Caab, Andrea Segrè, è stato “anche
aspro, ma sempre condotto con grande responsabilità e guardando
l’interesse pubblico”. La nuova struttura permetterà di accogliere ogni mattina 2.000 lavoratori, per distribuire oltre 3 milioni di quintali di alimenti ogni anno.

“Sin dall’inizio – ha sottolineato Segrè – abbiamo evidenziato che l’operazione Fabbrica Italiana Contadina-EatalyWorld era funzionale anche alla modernizzazione e quindi all’aumento di competitività della struttura mercatale di Caab: questo era e rimane uno degli obiettivi principali del progetto”. Alessandro Bonfiglioli, dg di Caab, ha sottolineato che senza la disponibilità dei grossisti al trasferimento l’intero progetto non avrebbe potuto realizzarsi, e ha ribadito che l’accordo di oggi permette il rispetto dei tempi previsti, che sono sempre stati annunciati per l’autunno 2015, a ridosso della chiusura dell’Expo milanese.

EatalyWorld, gia’ ribattezzata la “Disneyland del cibo”, dovrebbe occupare a fine anno gli spazi dell’ex mercato ortofrutticolo. Si chiamera’ Fabbrica Italiana Contadina, ed e’ un progetto ambizioso: non esiste finora nel mondo un parco “a tema” che raccolga tutta la filiera del cibo dal campo di grano al consumo.

Bologna si e’ messa in gioco con questa iniziativa, forte della sua realta’
industriale legata a nomi celebri, da Ducati e Lamborghini a Furla e Carpigiani, l’azienda che da sola produce il 50% delle macchine per gelato al mondo, ma anche della sua secolare universita’. EatalyWorld e’ frutto dell’intuizione di Segre’, ex preside di Agraria e presidente della nuova iniziativa: la struttura del Caab era altrimenti destinata ad una lenta morte per il progressivo fallimento degli operatori del settore.

Al Caab la valorizzazione del cibo e dell’agroalimentare andra’ di pari passo con i parametri prioritari della sostenibilita’ con la realizzazione del piu’ grande impianto fotovoltaico su tetto d’Europa che alimentera’ EatalyWorld e i 108 Orti Urbani coltivati in chiave sostenibile da giovani e famiglie.

Derivata direttamente da questa strategia e’ l’International Sustainability & Food Award 2015, Premio rivolto a professionisti, ricercatori, cittadini, enti che si siano distinti per progetti di sostenibilita’ in campo agroalimentare.
Della Giuria faranno parte anche esperti di GrowNYC e del Comune di New York. Il premio sara’ assegnato per la prima volta in occasione di Expo 2015 a Milano e a Bologna dall’edizione successiva, nella sede di EatalyWorld.

(1 marzo 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts