Ultime notizie
Stampa Articolo Stampa Articolo

Donne: 20 anni Pechino, all’ONU rapporto Pangea su Italia

ROMA – A 20 anni dall’adozione della Piattaforma d’Azione di Pechino sulla condizione delle donne e sulla questione delle pari opportunità, la Fondazione Pangea porterà a New York, alla 59.ma sessione della Commissione sulla situazione femminile che si aprirà il 9 marzo prossimo al Palazzo di Vetro, il suo Rapporto Ombra. Sarà l’occasione per governi e organizzazioni non governative provenienti da tutto il mondo per valutare i progressi compiuti e gli ostacoli che ancora limitano la piena attuazione della Piattaforma.

Pangea organizzerà un panel sul tema “Rapporti ombra, Cedaw, Pechino +20 e gli altri, quali strumenti che le organizzazioni possono utilizzare per fare pressione sui propri governi per l’avanzamento dei diritti delle donne”. L’obiettivo è quello di riunire le donne leader che hanno lavorato su report ombra, per condividere i loro strumenti e le loro sfide.

“I Rapporti Ombra sono strumenti che anticipano verità sui diritti umani relativi alle donne e alle bambine, sull’oppressione e le sfide ancora da superare”, ha detto all’Ansa la vice-presidente della Fondazione Simona Lanzoni: “Sono delle cartine di tornasole della realtà, in risposta ai tranquillizzante ‘tutto va bene’ scritto nei rapporti governativi, anche per l’Italia. Il Rapporto Ombra può mostrare come ci siano molte generazioni di donne emarginate e discriminate che subiscono violenza, povertà estrema, esclusione e servizi inadeguati”.

Nel suo Rapporto ombra, pubblicato nel luglio scorso, Pangea segnalava che le donne in Italia guadagnano meno degli uomini, hanno contratti più precari, sono meno garantite nei prestiti e sono impegnate nel lavoro di cura più dei loro compagni e di conseguenza si stanno impoverendo più velocemente. inoltre hanno difficoltà di accesso al diritto alla salute e le richieste d’aiuto ai centri antiviolenza sono aumentate, mentre sulla prevenzione e il contrasto della violenza manca ancora una legge organica. (3 marzo 2015)

The following two tabs change content below.

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia.

Stampa Articolo Stampa Articolo
About Alessandra Baldini

Alessandra Baldini e’ stata la prima donna giornalista parlamentare per l’Ansa, poi corrispondente a Washington e responsabile degli uffici Ansa di New York e Londra. Dirige OnuItalia. Contact: Website | Twitter | More Posts